Indizi HomePod: supporterà le scene HomeKit e riconoscerà diverse voci

Alcune tracce nell’ultima beta di iOS 11 puntano a funzioni di HomePod non ancora annunciate da Apple. Tra queste il supporto per le scene di HomeKit per gestire più dispositivi smart e il riconoscimento della voce di persone diverse per funzioni personalizzate

Annunciato nel 2017, il debutto di HomePod sul mercato sembra ormai imminente, anche per via della certificazione FCC che Apple ha ottenuto. Eppure emergono nuovi dettagli, ritrovati nell’ultima beta di iOs 11 rilasciata agli sviluppatori. Ecco cosa si è scoperto in merito all’integrazione di HomePod nelle scene, impostazioni personalizzabili per diversi dispositivi smart che l’utente può attivare con un solo click o comando vocale.

HomePod, non è un mistero, sarà equipaggiato con Siri a bordo, l’assistente vocale di Cupertino, già noto a tutti i possessori di iPhone, iPad e Mac. L’altoparlante intelligente di Apple potrà dunque controllare gli elettrodomestici intelligenti presenti in casa, compatibili HomeKit, ma avrà funzionalità avanzate, grazie alla possibilità di impostare diverse “scene”.

Questo è quanto svela un tweet di Filipe Esposito di iHelp, che ha scoperto nuove icone nella ultima beta di iOS 11. La versione di prova del sistema mobile di Apple, che ingloba l’app Casa, propone nuove icone che sembrano mostrare alcune nuove potenzialità di HomePod.

La prima icona in alto a sinistra mostra più dispositivi iOS in prossimità dell’altoparlante smart, mentre in corrispondenza di HomePod viene indicata la disattivazione del microfono. Secondo lo sviluppatore questa funzione servirà probabilmente per disattivare l’attivazione vocale via Siri su HomePod, mentre l’utente può continure a usare i comandi vocali per gestire luci, temperatura e altre funzioni smart home.

E’ presente anche un’icona che mostra due altoparlanti HomePod, che potrebbe indicare la possibilità di accoppiare due diversi speaker, per diffondere l’audio in modo ancor più incisivo all’interno dell’ambiente domestico, nella stessa stanza oppure in stanze diverse, utile per esempio anche per party e feste.

Una terza nuova funzione non ancora annunciata da Apple riguarda il riconoscimento di più voci. Alcune righe del codice nella beta di iOS sembrano indicare che HomePod potrà riconoscere al volo la voce di diverse persone, non solo per ascoltare ed eseguire i comandi vocali ma anche con la possibilità di impostazioni e comportamenti personalizzati per ciascun utente.

Ricordiamo che negli scorsi giorni sono emersi diversi indizi che puntano a un lancio ormai imminente per il primo speaker smart di Cupertino. La scorsa settimana le anticipazioni indicavano l’inizio delle prime spedizioni di HomePod ad Apple da parte di uno dei costruttori a contratto, mentre più di recente HomePod ha ottenuto la certificazione della Federal Communications Commission (FCC), la Commissione federale che – tra le altre cose – si occupa della regolamentazione concernente gli usi dello spettro radio. Ormai sembra mancare davvero poco alla commercializzazione, ricordiamo però che all’inizio HomePod sarà disponibile solo in USA, Regno Unito e Australia.