Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Curiosità » Jihotties: anche l’ISIS utilizza il web per reclutare donne da sposare

Jihotties: anche l’ISIS utilizza il web per reclutare donne da sposare

Pubblicità

Che l’ISIS sappia usare Internet non è certo una novità, che lo faccia per la propaganda neppure, ma che usasse Internet anche per tenere vivo il movimento demografico del sedicente Califfato, non era immaginabile e che lo facesse imitando le strategie di alcuni siti di appuntamento, mettendo in circolazione foto di sedicenti “jihotties”

Nato probabilmente dalla crasi fra le parole “jihad” e “hotties”, sono piacenti rappresentanti del sesso forte che mettono in mostra i loro muscoli, barbe e azioni eroiche per far colpo su donne islamiche in cerca di un “buon partito”. Le loro immagini pubblicate su Internet sono accompagnate da promesse di alloggio, assistenza sanitaria e molto altro, mentre ai combattenti ISIS che vogliono mettersi a catalogo viene promessa una bella sposa e un motivo per continuare a combattere. In realtà, la CNN sostiene che la maggior parte delle donne reclutate sono poi collocate in dormitori in cui l’elettricità, il cibo e l’acqua sono abbastanza scarse.

Della bizzarra iniziativa si può trovare ampia risonanza online, soprattutto su alcuni blog ospitati su Tumblr, infarciti di un deforme romanticismo che svela un lato tanto “umano” quanto grottesco di un’organizzazione abituata a seminare paura e terrore piuttosto che sentimentalismo.

Alcune donne occidentali non hanno saputo resistere al macho mujaheddin: circa 500 donne hanno abbandonato la loro casa per partire alla volta della Siria o dell’Iraq, e ricongiungersi con la loro anima gemella.  Finchè una cintura esplosiva non li separerà.

Jihotties

 

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

GLi AirPods Pro di 2ª generazione con ricarica USB-C

Per gli Airpods Pro è il minimo storico, solo 219€

Amazon abbassa il prezzo degli Airpods Pro 2 con USB-C, li pagate 219 €, il 21% meno del prezzo Apple e il minimo storico
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità