Joby HandyPod, il mini-treppiede per smartphone e piccole fotocamere

La nuova collezione Joby HandyPod prevede tre diverse versioni che accontentano tutti ed è retrocompatibile con gli altri accessori per fotografi a marchio Joby

Joby HandyPod, il mini-treppiede per smartphone e piccole fotocamere

Un solo nome per tre soluzioni leggere e portatili per stabilizzare foto e video con smartphone e piccole fotocamere. Stiamo parlando di Joby HandyPod, una nuova collezione dell’omonimo produttore dedicata a tutti gli utenti che cercano un mini-treppiede pratico e versatile.

Particolarità di questa nuova gamma di treppiedi da tavolo compatti è quella di conferire la giusta stabilità a smartphone e piccole fotocamere (fino a 1 Kg) nonostante le dimensioni ridotte. Tutti i modelli sono configurabili come mini treppiedi, ma possono essere utilizzati anche come impugnatura per facilitare la realizzazione di riprese con una sola mano, rivelandosi la soluzione ideale per YouTuber e content creator di nuova generazione.

Joby HandyPod, il mini-treppiede per smartphone e piccole fotocamere

Le tre versioni disponibili (HandyPod, HandyPod Mobile e HandyPod Mobile Plus) differiscono unicamente nel comparto accessori inclusi in confezione. Il modello base (su Amazon a circa 21 euro) non ne include nessuno, offrendo perciò soltanto le funzioni descritte in precedenza. La fotocamera si aggancia attraverso l’attacco a vite ¼’’ posizionato nella testa a sfera ma a quest’ultimo si possono fissare anche le morse per smartphone.

E’ qui che entra in gioco la versione Mobile (su Amazon a 37 euro circa), che include per l’appunto il supporto GripTight ONE JOBY, mentre il modello Plus (su Amazon a 44 euro) al supporto aggiunge anche un telecomando di scatto remoto Bluetooth. Può essere agganciato su una delle gambe del treppiede per facilitare il controllo dei dispositivi quando utilizzato come impugnatura oppure sganciato per controllare lo smartphone fino a 27 metri di distanza (molto comodo per gli autoscatti).