K’Track Glucose, al CES2017 il glucometro da polso che non preleva il sangue

PKvitality annuncia K’Track, una nuova generazione di indossabili: tra questi spicca Glucose, un glucometro da polso indolore in quanto misura la glicemia senza prelievi di sangue

k'track glucose

Un glucometro indossabile che “assaggia” la pelle anziché analizzare campioni di sangue. E’ in breve quel che fa Glucose, un indossabile della nuova linea di prodotti di PKvitality mostrata per la prima volta in questi giorni al Consumer Electronic Show di Las Vegas.

Chi soffre di diabete di tipo 1 e 2 – spiega la società – ha bisogno di tenere sotto controllo la glicemia dalle quattro alle dieci volte al giorno, ma secondo diverse ricerche circa l’80% dei diabetici spesso non effettua tutti i controlli in quanto la misurazione classica risulta piuttosto fastidiosa (sostanzialmente econsiste nel prelevare una goccia di sangue dal dito attraverso un pungidito), ma così facendo mette a rischio la propria vita.

K’Track Glucose invece si indossa come un orologio ed è capace di analizzare la percentuale di glucosio nel sangue con un click, in pochi secondi e senza bisogno di dolorosi prelievi. E’ elegante e può essere indossato con discrezione tutto il giorno, anche durante l’attività fisica o sotto la doccia. Il tutto poi avviene senza strisce o altri accessori da portare appresso: è tutto incorporato nell’orologio.

k'track glucose

La tecnologia

Per riuscire nell’intento questo dispositivo si affida ad un rivoluzionario biosensore (K’apsul) dotato della tecnologia brevettata SkinTaste che sostanzialmente fa uso di micro-aghi lunghi mezzo millimetro per raccogliere ed analizzare le composizioni chimiche del liquido interstiziale che si trova appena sotto la superficie della pelle.

Come funziona

Al click di un tasto sullo smartwatch, le sonde penetrano la pelle ed analizzano il liquido per misurare la glicemia dell’utente in circa un minuto. Quest’ultimo percepisce soltanto una leggera pressione della sonda al polso, senza alcun dolore in quanto il sensore non raggiungerà mai nervi o i vasi sanguigni, tipicamente situati ad 1 millimetro al di sotto dell’epidermide.

Tutte le letture possono essere sincronizzate sullo smartphone (iOS e Android) e visualizzate all’interno di un’app. Il dispositivo può anche essere pre-configurato con avvisi per le varie misurazioni da effettuare durante l’arco della giornata e tiene traccia anche di passi, calorie bruciate e distanza percorsa.

Disponibilità e prezzi

K’Track Glucose sarà commercializzato ad un prezzo di 149 dollari. Il biosensore K’apsul, posizionato sul fondo, garantisce letture illimitate per una durata di 30 giorni. Ogni capsula costa 99 dollari.

Simile nel concetto ma di diverso pubblico è K’Track Athlete, un monitor di acido lattico che permette di tenere sotto controllo l’affaticamento muscolare in tempo reale ed, anche qui, senza necessità di prelievi di sangue invasivi. In questo modo gli sportivi possono perfezionare gli allenamenti e migliorare le prestazioni durante l’attività fisica.

Questo dispositivo è già stato insignito del premio Innovation Awards del CES 2017 per la categoria Fitness, Sports e Biotech. Sarà commercializzato al prezzo di 199 dollari e le K’apsul, con durata di 30 giorni per letture illimitate, costeranno 149 dollari l’una.