Meglio di iPhone X, negli iPhone 2018 atteso lunotto sensori più piccolo

Apple potrebbe già ridurre le dimensioni del lunotto sensori negli iPhone 2018. Oltre al primo iPad Pro con Face ID, Barclays prevede sviluppi consistenti nel 2019, con un lunotto sensori micro e TrueDepth anche sul retro dei dispositivi

Per chi non sopporta il nuovo schermo “con le corna” di iPhone X c’è una buona notizia: Apple potrebbe prossimamente ridurre le dimensioni del notch, l’area che accoglie i sensori per la tecnologia TrueDepth. Secondo Barclays il sistema di sensori infatti evolverà impiegando un hardware meno ingombrante, permettendo così a Cupertino di ridurre negli iPhone 2018 le dimensioni del lunotto sensori nero che ora si staglia nella parte superiore dello schermo di iPhone X.

Non dobbiamo però aspettarci un restyling completo per il prossimo anno e nemmeno cambiamenti sostanziali nel design di bordi, cornici e lunotto. Secondo gli analisti Apple punta a evitare i problemi di produzione che hanno interessato le prime settimane di lancio di iPhone X, a questo scopo sembra punterà a mantenere sostanzialmente invariati i sensori impiegati per evitare che i fornitori debbano adottare nuovi macchinari. Così per gli iPhone 2’18 è prevista una riduzione contenuta delle dimensioni del lunotto, che invece potrebbe ridursi sensibilmente nel 2019, come già indicato in precedenza anche da Ming-Chi Kuo.

iPhone X 2 notch

Nello stesso report di Barclays viene anticipata ancora una volta l’adozione di TrueDepth e Face ID per la prima volta su iPad Pro atteso entro quest’anno.

Secondo gli analisti Apple starebbe inoltre «Lavorando duramente» su un sistema di telecamere TrueDepth da implementare anche sul retro dei futuri iPhone. Anche in questo caso la tecnologia potrebbe essere pronta soltanto per il 2019, ma è ancora presto per dirlo, anche perché nel caso specifico Apple dovrebbe inserire un sensore più sofisticato e complesso data la maggiore ampiezza del campo visivo inquadrato dalla fotocamera posteriore rispetto a quel che inquadrerebbe oggi con la camera anteriore.

Certo è che un sistema di telecamere TrueDepth per il retro di iPhone aprirebbe di fatto la strada a funzionalità avanzate di Realtà Aumentata sullo smartphone, una direzione che più volte la multinazionale di Cupertino ha dato prova di voler intraprendere verso questa tecnologia.