fbpx
Home Macity Mac OS X Le novità di OS X 10.10 Yosemite

Le novità di OS X 10.10 Yosemite

Annunciato il 2 giugno di quest’anno, dopo varie release preliminari rilasciate a sviluppatori, beta tester e utenti che si sono iscritti al programma di testing, il nuovo OS X 10.10 Yosemite è ora finalmente disponibile per tutti (cliccate qui per scaricarlo).  In questo articolo vedremo l’elenco delle macchine sulle quali può essere installato e tutte le novità di Yosemite più importanti.

Su quali macchine gira?
OS X 10.10 Yosemite può essere installato su qualsiasi macchina con OS X 10.6.x o superiore, con almeno 2GB di memoria RAM. Il nostro consiglio è ad ogni modo di installarlo su una macchina con almeno 4GB. I Mac sui quali può essere installato sono gli stessi sui quali girano OS X 10.8.x Mountain Lion o 10.9.x Mavericks (il requisito minimo è OS X 10.6.8):

  • iMac (Metà-2007 o successivo)
  • MacBook (13″ in alluminio, Fine 2008), (13″ Inizio 2009 o successivo)
  • MacBook Pro (13″, Metà-2009 o successivo), (15″ Metà/Fine 2007 o successivo), (17″, fine 2007 o successivo)
  • MacBook Air (Fine 2008 o successivo)
  • Mac Mini (Inizio 2009 o successivo)
  • Mac Pro (Inizio 2008 o successivo)
  • Xserve (Inizio 2009)

AspettoEstetL’aspetto estetico
La prima cosa che salta all’occhio è l’interfaccia rinnovata, con un look più fresco ed essenziale rispetto a prima. I controlli sono minimalisti e le barre degli strumenti semplificate mettono il contenuto al centro dell’attenzione, senza compromettere la funzionalità. Elementi traslucidi rivelano contenuti aggiuntivi nella finestra dell’app, “suggeriscono” ciò che è eventualmente nascosto dietro. La barra dei menu è traslucida (se non vi piace l’effetto, si può disabilitare dalle Preferenze per l’Accessibilità).

Le icone delle app hanno un design più essenziali e il font di sistema usato ora migliora secondo Apple la leggibilità (anziché il Lucida Grande usato in precedenza, si passa all’Helvetica Neue). Apple ha anche previsto una modalità “dark”: si richiama dalla sezione “Generali” delle Preferenze di Sistema, permette di impostare uno sfondo scuro per la barra dei menu e il dock e ricorda un po’ come l’aspetto dei recenti programmi Adobe.

Il pulsante verde per l’ingrandimento di una finestra permette di visualizzare un programma in full-screen. Passandoci sopra con il mouse, appare il segno “+” nelle finestre che possono solo essere ingrandite e il simbolo del fullscreen per quelle che invece possono essere attivate a pieno schermo. Basta fare di nuovo click sul pulsante verde per disattivare la schermataa pieno schermo. Facendo, invece, click sul pulsante verde tenendo premuto il tasto Alt è attivata la classica modalità di funzionamento delle precedenti versioni di OS X.


Notifiche2Il Centro Notifiche

La nuova vista “Oggi” nel Centro Notifiche offre un rapido sguardo con widget per il Calendario, Meteo, Azioni, Promemoria, Orologio del mondo e i social network. Al volo possiamo vedere un breve riepilogo degli eventi, i promemoria, gli ultimi messaggi da Twitter, Facebook, le chiamate ricevute, i compleanni del giorno, e un riassunto di quello che ci aspetta domani. È possibile richiamarre il Centro Notifiche scorrendo verso sinistra, anche quando stiamo lavorando in un’app a tutto schermo (basta andare con il mouse in alto a destra e fare click sull’icona dedicata). È possibile scaricare ulteriori widget dal Mac App Store personalizzando la vista, con applicazioni che comunicano con le Notifiche e questo significa che sviluppatori di terze parti potranno creare software che forniscono dati al Centro Notifiche (tra le prime in grado già di sfruttare questa possibilità, la calcolatrice PCalc).

Come con il precedente sistema, è possiible scegliere gli avvisi da mostrare nella parte superiore destra dello schermo aprendo la sezione “Notifiche” delle Preferenze di Sistema. Due nuove opzioni consentono di attivare la modalità “non disturbare” disattivando le notifiche quando il monitor è in stop e durante la duplicazione dello schermo su TV o proiettori. Come già in precedenza è possibile scegliere quali notifiche visualizzare: Calendario, FaceTime, game Center, Mail, Messaggi, Promemoria e Safari, scegliendo per ognuna un diverso stile, se riprodurre o no il suono, eventuali anteprime (comodo, ad esempio, con i messaggi), il numero di elementi recenti e l’ordine (manualmente o cronologicamente).

Offerte Speciali

Il nuovo MacBook Air già in sconto di 120 euro su Amazon

Offerta MacBook Air: Amazon lo sconta di 100 euro

Su Amazon comprare il nuovo MacBook Air in sconto. Modello da 256 Gb a solo 1127,99 euro, circa 100 euro meno del prezzo ufficiale Apple.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,359FansMi piace
94,742FollowerSegui