LG G7 avrà il display più luminoso di tutti, un QHD+ da 1000 nits

LG G7 ThinQ arriverà il 2 maggio e potrebbe portare con sé il pannello più luminoso attualmente presente su uno smartphone: si parla di un QHD+ da 1000 nits.

Continuano a trapelare informazioni tecniche sul prossimo LG G7 ThinQ, che stando alle premesse apporterà novità corpose al panorama degli smartphone. La presentazione ufficiale è attesa per il 2 maggio a New York, ma ecco le ultime informazioni sul pannello.

Come per il diretto precedessore, LG G6, anche il prossimo top di gamma includerà un pannello LCD, sempre con tecnologia FullVision, ma con una notevole differenza: il display raggiungerà una luminosità massima di 1.000 nits, diventando così lo smartphone più brillante all’interno dell’attuale mercato. La diagonale dello schermo sarà di 6,1 pollici in con un aspect ratio di 19,5: 9. LG abbandonerà così il precedente formato 18:9, di cui è stata portavoce, implementando così un display con risoluzione QHD+,  da 3120×1440.

Tra le altre informazioni trapelate, la stessa LG ha dichiarato che le cornici di LG G7 saranno del 50% più piccole rispetto a quelle del suo diretto predecessore, e lo schermo si adatterà automaticamente a sei diverse impostazioni di colore: Auto, Eco, Cinema, Sport, Gioco, ed Expert. Quest’ultima permetterà di ottimizzare i livelli di colore RGB a piacimento e secondo i bisogni dell’utente.

 

Dai rumor precedenti si scopre che sulla parte posteriore il terminale potrebbe essere caratterizzato da una camera doppia, al di sotto della quale si piazzerebbe il lettore di impronte digitali. Mancano informazioni su altre caratteristiche tecniche, ma in passato si è parlato di un possibile pulsante dedicato per richiamare l’assistente vocale. Ad ogni modo, sarà possibile saperne di più in via ufficiale il prossimo 2 maggio.

La dicitura ThinQ viene ripresa dall’ultimo LG V30 ThinkQ, presentato durante lo scorso MWC 2018. Questo lascia intendere la presenza dell’intelligenza artificiale al supporto della macchina fotografica, che permetterà al terminale di riconoscere il tipo di scatto, adattando al meglio i parametri fotografici.

Tra circa 2 settimane, comunque, il terminale sarà ufficialmente svelato in tutte le sue specifiche in quel di New York.