Maxon ha reso disponibile Cinebench Release 20

La versione potenziata dello strumento di analisi comparativa misura le prestazioni delle ultimissime funzionalità delle CPU e degli impegnativi flussi di lavoro associati al rendering

Cinebench Release 20

Maxon ha annunciato la disponibilità di Cinebench Release 20, una versione modernizzata dello strumento multi-piattaforma che è ormai uno standard diriferimento per l’analisi comparativa delle capacità hardware.

Cinebench R20 sfrutta lo stesso motore 3D di Cinema 4D Release 20 per valutare le prestazioni di rendering delle CPU. Viene offerto a titolo del tutto gratuito.

Da oltre dieci anni, Cinebench è lo strumento preferenziale per valutare le prestazioni hardware. L’applicazione sfrutta algoritmi avanzati per generare una scena tridimensionale; i punteggi ottenuti sono usati da amministratori di sistema per decidere acquisti, dai redattori di riviste e siti web per testare la velocità di un prodotto, dai produttori per ottimizzare le loro offerte e anche dai consumatori per valutare singoli sistemi.

Cinebench R20

Cinebench sfrutta funzionalità che mettono a dura prova la potenza di calcolo della Cpu: funzioni di riflessione, ambient occlusion, illuminazione e shader procedurali. È un benchmark ottimo per comprendere la potenza di calcolo di un processore, giacché impegna tutti i core e i thread disponibili.

Cinebench R20 esegue il rendering di un’immagine ancora più grande e complessa rispetto alla R15 con elementi che richiedonouna potenza di computazionale 8x e richieste di memoria 4x. L’utility integra le ultime architetture di rendering, inclusa la tecnologia di raytracing “Embree” e funzioni avanzate che tengono conto di peculiarità delle moderne CPU di AMD e Intel.

La versione Mac “pesa” 191,8MB, richiede macOS 10.11.6 o seguenti, la presenza di almeno 4GB di memoria RAM e si scarica gratis dal Mac App Store.