Home Hi-Tech Finanza e Mercato Apple Pay è il sistema di pagamenti contactless più accettato al mondo

Apple Pay è il sistema di pagamenti contactless più accettato al mondo

Jennifer Bailey, Vice Presidente di Apple responsabile Apple Pay, ha parlato nel corso del Big Show della National Retail Federation (NRF) 2018, un importante evento che si svolge a New York, dedicato al mondo del settore retail. Nel suo discorso, la manager di Apple ha evidenziato come l’iPhone stia cambiando il settore della vendita al dettaglio e posto l’accento su iniziative della sua azienda per favorire i pagamenti da dispositivi mobili.

La Bailey – scrive Appleinsider citando a sua volta CNET Japan – è intervenuta nel convegno “The Modern Shopping Experience” presentando interessanti dati sulla crescita di Apple Pay e la sua adozione, offrendo inoltre uno sguardo nelle attuali e future ambizioni di Cupertino nel settore dei pagamenti mobile.

Guidato dall’iPhone, secondo la Bailey il settore mobile sta rivoluzionando l’e-commerce più di qualsiasi altra piattaforma. Gli acquisti effettuati da s smartphone e tablet riguardano il 25% delle transazioni e-commerce negli Stati Uniti. Il tasso di crescita per le transazioni mobili è quattro volte superiore in confronto a quelle da desktop e 10 volte superiore a quello registrato nei classici negozi al dettaglio. L’interesse per i pagamenti da dispositivi mobili cresce in tutto il mondo e in Cina, ad esempio, l’80% delle transazioni e-commerce avviene da dispositivi mobili.

Jennifer Bailey Vice President, Internet Services di Apple Pay

Apple Pay è dietro un gran numero di tali acquisti. La Bailey ha riferito che il servizio per i pagamenti di Apple al suo lancio nel 2014 era disponibile solo nel 3% degli store statunitensi ma ora è accettato dal 50% dei negozi. “È la tecnologia di pagamento contactless più accettata al mondo”.

Oltre all’ampia accettazione, la piattaforma della Mela svolge un ruolo integrante nel boom dell’e-commerce da mobile. Apple offre agli esercenti supporti in quattro ambiti di azione: app, regole sulle transazioni, programmi fedeltà e integrazione tra negozio e mobile. Per quanto riguarda le app, la Bailey ha spiegato che iOS offre ai commercianti una piattaforma innovativa sulla quale vendere le proprie merci.

Con iOS 11 i venditori possono fornire ai clienti esperienze di acquisto uniche sfruttando peculiarità dell’hardware a loro disposizione come i servizi di localizzazione, la biometria e, con iPhone X, la fotocamera TrueDepth. L’ultima app di Warby Parker, ad esempio, sfrutta la fotocamera TrueDepth per suggerire ai clienti le montature per gli occhiali secondo peculiarità dei loro volti. Altre aziende come Wayfair, specializzata in articoli per la casa, sfruttano la tecnologia ARKit per offrire ai clienti esperienze di shopping immersivo con la Realtà Aumentata. L’app di Wayfair permette di provare vari oggetti di arredamento collocandoli virtualmente nel luogo scelto dall’utente.

Sia Warby Parker, sia Wayfair accettano Apple Pay, offrendo un nuovo modo di fare shopping non solo nuovo ma anche sicuro. Per quanto riguarda i programmi fedeltà, Bailey ha evidenziato iniziative delle catene Kohl’s e Walgreens: tutte e due integrabili con Wallet, l’app di serie con l’iPhone per conservare in un unico posto carte di credito, di debito e prepagate, carte di negozi, carte d’imbarco, biglietti del cinema, buoni sconto, carte fedeltà e altro ancora.

Bailey ha poi parlato delle iniziative di Cupertino per quanto riguarda gli Apple Store. I dipendenti usano l’app Concierge per gestire appuntamenti e “Leader Board” come strumento per l’analisi approfondita per tracciare le performance del negozio, le transazioni con i POS, asset dei Genius Bar, ordini di riparazione e altro ancora. L’app Apple Store sfuma il confine tra ordine nel negozio fisico e ordine online: sfruttando l’app gli utenti possono effettuare acquisti nei negozi fisici e ricevere notifiche push quando il prodotto è pronto per il ritiro. Nell’Apple Store, i servizi di localizzazione sono in grado di individuare un dispositivo nelle vicinanze e proporre notifiche con codici sconto tipo QR che è ovviamente possibile gestire dall’app Wallet.

«È possibile scoprire, acquistare servizi e prodotti in nuovi modi» ha detto la Bailey: «Dalla consegna a prodotti consigliati singolarmente» evidenziando che Apple continuerà a investire risorse e sviluppare tecnologia legate al mondo retail.

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,938FansMi piace
93,805FollowerSegui