Netflix «Costruite la nuova sede di Amazon nella città di Stranger Things»

Stranger Things cover

Dopo Apple Park diversi Big IT hanno annunciato piani e progetti per nuove sedi faraoniche. Per il nuovo quartier generale Amazon HQ2 il colosso del retail annuncia le 20 città finaliste: la frecciata di Netflix è memorabile

[banner]…[/banner]

L’invidia di Apple Park sembra aver contagiato i più importanti BIG della tecnologia che si sono affrettati nel presentare piani e progetti per nuovi quartier generali faraonici, tra questi anche Amazon HQ2, nuova sede per il colosso delle vendite online. Nelle scorse ore Amazon ha pubblicato l’elenco delle 20 città finaliste tra cui verrà scelta quella che ospiterà la nuova sede Amazon HQ2, un progetto ambito da ogni municipalità viste le dimensioni della società e l’impressionante indotto atteso. Netflix è intervenuta sulla questione con una frecciata memorabile.

amazon hq2
Rendering del “campus verticale” da quattro miliardi di dollari di Amazon a Seattle. Tre grandi serre sferiche da seimila metri quadrati ospiteranno un pezzo di foresta amazzonica, piante carnivore incluse, per permettere ai dipendenti di purificare la mente e rilassarsi

Ma andiamo con ordine: l’annuncio del progetto per la seconda sede centrale Amazon HQ2 è stato accolto con entusiasmo da diverse città non solo in USA ma anche Canada e Messico, risultano in una prima imponente lista di ben 238 città candidate. Per avere più probabilità di attrarre la nuova sede Amazon, diverse città hanno incluso corposi pacchetti e benefici, per esempio Newark in New Jersey offre fino a 7 miliardi di dollari di incentivi, mentre Chicago 2 miliardi.

Non sorprende che entrambe siano state selezionate e rientrino nelle 20 città finaliste che sono: Atlanta, Austin in Texas, Boston, Chicago, Columbus in Ohio, Dallas, Denver, Indianapolis, Los Angeles, Miami, Montgomery County in Maryland, Nashville in Tennessee, Newark in New Jersey, New York City, Northern Virginia, Philadelphia, Pittsburgh, Releigh in North Carolina, Toronto e Washington DC.

La brillante frecciata di Netflix non si è fatta attendere: in un post su Twitter la TV in streaming suggerisce ad Amazon di prendere in considerazione anche Hawkins, la città immaginaria dell’Indiana in cui sono ambientate le vicende di Stranger Things, la serie TV con protagonisti dei ragazzini degli anni ’80 alle prese con una serie di misteri tra fantascienza, fantasy e horror.

Per rincarare la dose anche la candidatura di Hawkins è sostenuta da un piano di incentivi: se Amazon fosse ancora indecisa Netflix è già disposta a concedere un incentivo di ben 11 dollari, un altro richiamo ai protagonisti di Stanger Things, più precisamente a Eleven, undici o Undi per gli amici, la ragazza con poteri speciali che ha stregato milioni di spettatori in tutto il mondo.