fbpx
Home iPhonia iPhone Niente vetro zaffiro per iPhone 6 per un problema di resa delle...

Niente vetro zaffiro per iPhone 6 per un problema di resa delle ultime settimane

Apple e GT Advanced Technologies erano pronte a lanciare iPhone 6 e 6 plus con copertura in vetro zaffiro, ma un problema di resa dell’ultimo minuto ha costretto l’azienda di Cupertino e il suo partner nella produzione di questa peculiare componente, a cambiare i piani. La storia che ha porterà i clienti che acquisteranno i nuovi iPhone a contare sul tradizionale Gorilla Glass invece che su questo materiale con una elevatissima resistenza ai graffi, viene raccontata da Matt Margolis, un analista che ha seguito molto da vicino gli sviluppi dell’interesse di Apple per il vetro zaffiro.

Secondo Margolis Apple e GT, una specialista del settore che ha ricevuto enormi investimenti dalla Mela per creare uno stabilimento che lavorasse in esclusiva, erano riusciti nella non facile impresa di produrre una quantità di vetro zaffiro sufficiente per tutti gli iPhone, ma quando le lastre sono state inviate in Cina dove dovevano essere rifinite, è arrivata una pessima sorpresa: solo il 25% dei pezzi lavorati da Biel e Lens Tech, i due partner che avevano in carico questo compito, era idoneo ad essere utilizzato per difetti ai bordi. Una situazione del genere avrebbe determinato non solo pesanti ritardi nelle consegne degli iPhone, ma anche un enorme spreco di risorse economiche, di qui la decisione di rinviare l’utilizzo del vetro zaffiro. I fatti sarebbero accaduti molto recentemente, poco prima del 5 agosto quando GT Advanced Technologies ha tenuto la presentazione del suo bilancio trimestrale riducendo le previsioni di profitto.

812645057606307754

Al momento, fa sapere Margolis, tutto il vetro zaffiro consegnato a Biel e Lens Tech sta tornando in fabbrica dove verrà riconvertito in coperture per Watch, un dispositivo per il quale non sussisterebbero, evidentemente, gli stessi problemi riscontrati per iPhone. Nello stesso tempo i tecnici sono al lavoro per capire come risolvere i problemi di rifinitura che hanno causato la rinuncia all’utilizzo del vetro zaffiro.

La buona notizia, sottolinea l’analista, è che GT Advanced Technologies ed Apple erano riuscite a mandare a regime un impianto mai visto, che da solo è in grado di sfornare il doppio dell’intera produzione mondiale di vetro zaffiro e quindi sarebbero state in grado di fare una vera e propria impresa: mettere nelle mani dei clienti milioni di pezzi di un dispositivo con copertura in un  materiale che fino a poco tempo fa era ritenuto inavvicinabile, per problemi di costo e quantità, in un prodotto tanto popolare e del fattore di forma di iPhone.

Al momento non è chiaro, ammesso che quel che dice Margolis è vero, che cosa Apple se ne farà di una così grande quantità di vetro zaffiro. Una parte potrà essere destinata ad Apple Watch, ma per dimensioni e volumi l’orologio non potrà assorbire i volumi di una fornace dimensionata per supportare il lancio di un iPhone. Quel che si sa è che nei giorni poco prima il Labor Day, quindi l’ultima settimana di agosto, lo stabilimento viaggiava a pieno regime come dimostrerebbero i parcheggi, strapieni, per i dipendenti. Visto che ben difficilmente vedremo un iPhone con schermo in zaffiro  prima del lancio di iPhone 6s che avverrà tra un anno, questo significa che Apple sta forse lavorando a qualche altro prodotto che userà questo tipo di copertura?

Offerte Speciali

preordini applw atch su amazon

Apple Watch 6 e Apple Watch SE si ordinano anche su Amazon

Partiti i preordini dei nuovi Apple Watch su Amazon, con spedizioni già da domani 18 settembre. E' probabile che con Amazon arrivino prima che con Apple
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,717FansMi piace
93,887FollowerSegui