fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato Norme UE per aprire Apple Pay? Per Apple una minaccia alla sicurezza

Norme UE per aprire Apple Pay? Per Apple una minaccia alla sicurezza

Le norme UE che obbligherebbero ad aprire Apple Pay a terze parti, per la Casa di Cupertino non solo soffocherebbero l’innovazione ma sarebbero anche una minaccia alla sicurezza.

Come abbiamo spiegato qui, l’Europa sta valutando una nuova serie di regole e leggi che potrebbero obbligare Apple ad aprire la tecnologia NFC di iPhone e Apple Watch ai concorrenti di Apple Pay.

In una dichiarazione rilasciata giovedì 24 settembre, un portavoce di Apple, parlando con Bloomberg, ha riferito: “Riteniamo che normative che impongano gli approcci tecnici di un’azienda su sicurezza hardware e software in definitiva mettono a rischio i clienti e soffocano l’innovazione”.

Il portavoce della Mela ha inoltre riferito che Apple ha intenzione di lavorare con la Commissione europea per “consentire loro di comprendere i vantaggi dell’approccio di Apple”.

Con Apple Pay è possibile fare acquisti in modo facile e veloce grazie alla tecnologia contactless. Si può pagare con iPhone usando Face ID, Touch ID o con Apple Watch (basta preme due volte il tasto laterale e tenere il display dell'Apple Watch ad alcuni centimetri dal lettore contactless).

La tecnologia NFC, Near Field Communication, è sempre stata rigidamente controllata da Cupertino fin dalla prima integrazione su iPhone anni fa: nel tempo Apple ha ampliato le possibilità di utilizzo per gli sviluppatori e per i costruttori di accessori con NFC. In ogni caso da sempre e anche con il lancio della piattaforma di pagamenti digitali Apple Pay, la tecnologia NFC di iPhone e Watch può essere impiegata per i pagamenti digitali solo ed esclusivamente con Apple Pay.

Lo scorso anno Margrethe Vestager – numero uno dell’antitrust Ue, aveva riferito in un’intervista con Reuters di aver svolto un’analisi preliminare su Apple Pay concludendo che, almeno per il momento Apple non è un player dominante ma spiegando anche che “ciò non esclude che in futuro potremo tornare a studiare la questione più approfonditamente”.

I dubbi delle autorità europee hanno a che fare con la tecnologia NFC. Il sistema usato da Apple sfrutta automaticamente Apple Pay come sistema di pagamento di default, in qualche modo ostacolando l’accesso ai servizi di pagamento di altre aziende.

La Vestager lo scorso anno aveva aggiunto “Quando abbiamo valutato il servizio non abbiamo trovato elementi tali da giustificare l’avvio di un’inchiesta“. “Ovviamente, se ci fossero degli esposti formali ne terremmo subito conto perché l’intero mercato dei pagamenti è molto rilevante”.


Tutti gli articoli di macitynet che parlano di Apple, Apple Pay, Mercato e Finanzasono disponibili ai rispettivi collegamenti.

Offerte Speciali

Amazon fa il miracolo: AirPods Pro pronta spedizione e in sconto

Airpods Pro minimo storico: solo 159,98 €

Su Amazon gli Airpods Pro tornano in sconto e ora li "rubate": solo 159,99 euro, quasi 100 euro meno del prezzo Apple
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,823FansMi piace
93,193FollowerSegui