Prime recensioni iPad Air 2: inutile per chi ha iPad Air, un abisso dagli altri modelli

iPad Air 2 è più sottile, più potente ma la batteria dura meno e la mancanza del tasto mute si sente: questi alcuni dei commenti a caldo di chi lo ha provato confrontandolo con la generazione precedente

recensioni iPad Air 2

Poche, pochissime novità nel nuovo iPad Air 2 rispetto alla generazione precedente. Non è certo una novità visto che le caratteristiche del nuovo tablet le abbiamo già potute apprezzare durante il Keynote del 16 ottobre, ma chi ha acquistato il nuovo tablet conferma che il passaggio dalla prima alla seconda generazione di iPad Air non è poi così impellente come si potrebbe credere.

Quasi per tutti quelli che ne hanno parlato di recente dopo pochi giorni di utilizzo la caratteristica principale è che è più sottile di iPad Air prima generazione: Engadget conferma che il nuovo schermo anti-riflesso funziona molto bene, proprio come spiegato da Apple durante l’evento in quanto all’aria aperta “assorbe” i raggi del Sole e permette di leggere e guardare film in maniera migliore rispetto a quanto è possibile fare con il primo iPad Air (d’ora in poi indicato semplicemente come iPad Air) dove, con particolari inclinazioni del tablet, è quasi impossibile visualizzarne lo schermo. Tuttavia – spiega – tale obiettivo in iPad Air 2 è stato raggiunto a scapito del bilanciamento del bianco, in quanto le tonalità sembrano leggermente più fredde rispetto ad iPad Air.

Anche Walt Mossberg di re/code precisa che l’Air 2 può essere un passaggio interessante per chi possiede una vecchia generazione di iPad rispetto a chi invece ha già tra le mani il primo Air, poco più spesso ma ancora abbastanza potente da non giustificarne la necessità dell’upgrade. MacRumors fa comunque notare – pubblicando i benchmark degli ultimi iPhone e iPad confrontati con le precedenti generazioni – che le prestazioni del nuovo processore A8X sono notevolmente migliorate, quindi per chi utilizza un tablet al 90% delle occasioni per giocare, l’Air 2 è sicuramente la scelta migliore.

Seppur la differenza di spessore si nota affiancando le due generazioni, la stessa cosa non si può dire del peso, sceso nei numeri ma difficilmente percepibile quando lo si utilizza. Ben più evidente è invece la minor durata della batteria, che per l’appunto passa da 13 ore e 45 minuti sul primo Air a 11 ore e 15 minuti su Air 2 (riproducendo su entrambi lo stesso video a ripetizione): questo perché, proprio per ridurre lo spessore del tablet, sono state conseguentemente ridotte anche le dimensioni della batteria integrata.

recensioni iPad Air 2