Recensione Bose SoundTrue, le cuffie colorate e per tutti i giorni

Macitynet mette alla prova le SoundTrue di Bose, ultima creazione nel campo delle cuffie a cavo dell'azienda americana specializzata in alta fedeltà e suono. Ecco come vanno, pregi e difetti di un prodotto in vendita su Amazon

Bose è nota per fare cuffie di qualità, ma non particolarmente giovanili nè economiche. Un (piccolo) cambiamento del trend, anche se non una vera rivoluzione, arriva con le SoundTrue, presentate questa primavera e da questa estate largamente disponibili anche su Amazon. A differenza di altri modelli di cuffie Bose, qui abbiamo un prodotto disponibile in più colori. Le abbiamo messe alla prova per capire che cosa c’è dell’essenza Bose, chi sono i potenziali clienti e quale sia il valore di questo nuovo modello.

SoundTrue come sono fatte
Le SoundTrue sono disponibili in due versioni: around-ear e on-ear e quattro colori (nero, verde, bianco e viola e verde menta). Tecnologicamente, eccezion fatta per il fattore di forma (uno, come dice il nome, si colloca sopra le orecchie e l’altro intorno), si tratta dello stesso prodotto e degli stessi materiali. Dal punto di vista del design siamo un passo avanti, oppure a lato, rispetto alla “seriosità” dei modelli precedenti, ma ancora molto indietro (e questo non è detto sia necessariamente un male) rispetto ad alcuni eccessi della concorrenza. L’aspetto giovanile viene rafforzato dai colori ma anche dai materiali e dagli accostamenti del tono su tono. Nel caso di chi scrive , al verde tenue (“menta” nella dicitura di Bose), si accosta il grigio chiaro. Altri modelli hanno la copertura delle griglie in tessuto a rombi e in forte contrasto. Questo sforzo di ringiovanimento della linea potrebbe non essere perfetto per tutti i gusti. In qualcuno dei modelli i colori danno, almeno a nostro giudizio, una non confortevole impressione di prodotto di fascia economica, il che non dovrebbe essere evitato visto che parliamo di cuffie che costano pure sempre poco meno di 200 euro; per fortuna c’è sempre il classico nero che aggiusta tutto…

Se dal look si passa alla sostanza, prendendole in mano, l’impressione di cuffie a basso costo sparisce. Al tatto le Soundtrue si dimostrano ben più solide e meglio assemblate di quel che sembrano a prima vista; la plastica pur abbondante è di elevato livello e anche l’assemblaggio è preciso. Potrete torcerle (anche se non eccedere come nel caso delle Revo di Jabra) e se vi siederete sopra ad esse, difficilmente riuscirete a spezzarle visto che la plastica è molto spessa e gli archetti in acciaio offrono parecchia resistenza. Ben fatta, benchè semplificata, anche la custodia con chiusura a cerniera che si trova nella confezione e che serve ad accogliere, dopo avere ripiegato gli auricolari, le cuffie.

Le SoundTrue sono a cavo. Quello incluso (da circa 170 centimetri) è staccabile e appare flessibile e sufficientemente robusto, anche se il diametro è ridotto. Su di esso troviamo i classici controlli (volume, avanzamento tracce) pienamente compatibili con iPhone, iPad e iPod. C’è anche un microfono per rispondere alle chiamate e un bottone per alzare o abbassare la comunicazione. Chi ha un Android potrebbe non avere lo stesso livello di compatibilità sul telecomando; anche se molti telefoni funzionano in maniera piuttosto simile ad iPhone, Bose parla di compatibilità con il dispositivi Apple e non con il mondo Android. Ovviamente anche chi ha un Android può ascoltare la musica senza problemi anche se è possibile che debba usare i controlli sul dispositivo per regolare il volume o gestire le tracce.

Recensione Bose SoundTrue

Bose non si è limitata a creare un prodotto di buon livello dal punto di vista dei materiali, ma anche davvero molto comodo. L’impressione di avere a che fare con cuffie che sono al top in fatto di comfort si ha subito dopo averle calzate. La pressione sulle orecchie è quella che serve per tenere i padiglioni al loro posto, non eccessiva ma neppure debole, le imbottiture sono pressoché perfette, in nessun punto c’è strofinamento di materiali ruvidi e i cuscinetti imbottiti si adattano con docilità alla forma anatomica della testa. Impressionante è però soprattutto il peso; si tratta di meno di un etto e mezzo, che è già poco, ma il bilanciamento fornisce l’impressione che siano persino più leggere di quel che sono. Da notare che la piastra dietro al quale si trovano i diffusori veri e propri, è inclinata e segue la posizione dell’orecchio. Questo design ergonomico evita del tutto la pressione proprio sulle orecchie.

In termini pratici le SoundTrue possono essere tranquillamente indossate anche per lunghi periodi, diverse ore, senza alcun fastidio.

SoundTrue come si sentono
Se la comodità è uno dei fattori che dovrebbero indurre a scegliere le SoundTrue, questo non basterebbe se la qualità del suono non rispondesse al costo che, come accennato, porta le cuffie di Bose nella fascia di prodotti di buona qualità. Dopo alcuni test possiamo dire che, benchè non siamo di fronte ad un prodotto da audiofili, le SoundTrue non deludono. La musica che offrono è bilanciata, con tutte le tonalità distinte senza l’eccesso di bassi che caratterizza alcuni concorrenti. Nella tradizione Bose c’è una certa interpretazione, ma nulla di fastidioso e soprattutto senza che questo uccida il lavoro degli artisti.