HomeHi-TechAndroid WorldRecensione Etekcity Mini, la penna USB con registratore integrato

Recensione Etekcity Mini, la penna USB con registratore integrato

Nonostante sia possibile registrare una conferenza con l’iPhone, chi ha questa abitudine potrebbe ancora preferire un registratore a parte in quanto con quest’ultimo spesso è più rapido condividere fisicamente la registrazione con un computer, oltre a risparmiare parte della talvolta preziosa energia del telefono.

Sul mercato ce ne sono tanti, ma l’Etekcity Mini che la nostra redazione ha avuto modo di mettere alla prova negli scorsi giorni colpisce per le dimensioni compatte, oltre ad essere “invisibile” in quanto è fisicamente e funzionalmente identico ad una comune penna USB.

Etekcity Mini com’è fatta

Arriva a casa in una minuscola scatolina in leggero cartone. Come spiegato, all’apparenza sembra una comune penna USB: dimensioni (7 x 2 x 0,8 centimetri) e peso (appena 14 grammi sulla nostra bilancia da cucina) corrispondono infatti a quelli di una qualsiasi chiavetta per computer e, se non fosse per la dicitura USB Disk Recorder stampata in rilievo in un lato, passerebbe totalmente inosservata.

Recensione Etekcity Mini

La cassa è in plastica nera gommata e piacevole al tatto. In plastica, di fattura più semplice, è anche l’incasso color argento che, oltre ad integrare un gancio per attaccarla alle chiavi con un classico anello (non incluso nella confezione), aggiunge una seghettatura ai lati per migliorare la presa e la rimozione del tappo che protegge il connettore USB. Questo stesso materiale lo troviamo anche nella targhetta USB Disk Recorder, mentre dall’altro lato troviamo il marchio dell’azienda Etekcity, stampato però su una piastra di alluminio.

Rispetto ad una comune chiavetta USB, in aggiunta troviamo da un lato un piccolo interruttore ON/OFF, sempre in plastica gommata nera, vicino al gancio, ed un foro rettangolare che protegge il LED ed il microfono; dall’altro, un piccolo foro circolare che protegge il tasto RESET.

Etekcity Mini come funziona e test sul campo

Oltre a funzionare come una comune chiavetta USB per il backup o lo scambio dei file su qualsiasi computer, all’occorrenza è possibile accenderla portando l’interrutture in posizione ON trasformandola in un registratore compatto e portatile. La registrazione viene avviata automaticamente dopo qualche secondo dall’accensione: la conferma si ha grazie al LED integrato, rosso durante l’avvio, che cambia in blu e ne conferma l’avvenuta accensione. In base alle nostre prove, la registrazione viene avviata dopo circa 5 secondi dall’accensione della luce blu.

Spegnendo la chiavetta, la registrazione viene interrotta, accendendola ancora ne viene avviata una nuova. Tutti i file vengono memorizzati all’interno della chiavetta, nella cartella RECORD, in formato WAV: facendo un rapido calcolo, con la chiavetta completamente vuota, sono confermate le 150 ore di registrazione dichiarate dal produttore. Gli 8 GB di capacità, visto che 1 minuto di registrazione equivale a 964 Kb, confermano i circa 150 minuti di registrazione.

La qualità audio non è la stessa che si ha registrando da iPhone le cui ultime generazioni, come sappiamo, sono dotate di più microfoni per una migliore acquisizione dell’audio e riduzione dei rumori. Ad ogni modo il formato WAV, essendo esente da compressione audio, garantisce una buona qualità generale di registrazione rispetto all’MP3, ottima se si pone la chiavetta a 40-50 centimetri dalla persona che parla o dalla fonte da cui vogliamo acquisire l’audio, sufficientemente buona a circa 1,5-2 metri di distanza, risultando ovviamente più “lontana”.

Abbiamo lasciato la chiavetta accesa in registrazione ed abbiamo potuto constatare che, quando completamente carica, supera tranquillamente le 15 ore consecutive di registrazione. Ha generato quattro file, di esattamente 4 ore ciascuno (230,4 MB) eccetto l’ultimo, di 3 ore e 16 minuti (188,7 MB). La qualità dei file ottenuti è di 128 kbit/s.

File audio registrati, come ascoltarli, convertirli e trasferirli su iPhone

Su Mac il file viene riconosciuto come un file iTunes ma attraverso quest’ultimo, come a volte accade con questi file, non è possibile aprirlo e quindi riprodurlo ed ascoltarlo. Noi ci siamo affidati a VLC ma qualsiasi altro software in grado di riprodurre questo formato di file va bene. Nel caso voleste utilizzare iTunes per ascoltare i file o per trasferirli su iPhone, è sufficiente convertirli in MP3, operazione che si può eseguire anche con il semplice GarageBand (basta aprire il file e cliccare su Condividi > Esporta su disco > Comprimi). In alternativa potete convertire i file con Music Converter, software leggero e di semplice utilizzo disponibile gratuitamente su Mac App Store.

Per il trasferimento su iPhone, basta seguire la stessa procedura che si esegue per importare i brani musicali sui dispositivi iOS. Potete anche decidere di utilizzare lo stesso software citato poco sopra per convertire i file nella modalità “iTunes” che sostanzialmente trasforma i file in .m4a, formato per l’appunto compatibile con il software di Apple (c’è anche la modalità Ringtone per trasformare qualsiasi file audio in una suoneria per iPhone).

In alternativa, potete anche decidere di usare applicazioni specifiche, come Documents di Readdle, gratuita, che trasforma lo spazio libero su disco di iPhone in una cartella dove poter depositare (e leggere) file (da browser attraverso collegamento WiFi) di diversi tipi e formati, compresi WAV e MP3.

Conclusioni

La chiavetta registratore di Etekcity è una interessante alternativa ad un registratore digitale, per chi ha esigenze basiche. Non sostituisce accessori più sofisticati, ma svolge la sua funzione di acquisizione audio in maniera facile e trasparente. Nonostante sia fornita con un software per PC Windows denominato SetUDiskTime che però non è necessario per usarla su Mac, si deve avere solo l’accortezza di  lasciarla formattarla nello stesso formato con cui si presenta, ovvero in MS-DOS (FAT). Collegandola al Mac sarà semplice acquisire i file e gestirli con programmi anche gratuiti e importarli in iTunes e poi in iPhone o iPad. Ha una autonomia encombiabile ed è in grado di memorizzare fino a 150 ore di audio, quanto basta per più incontri di lavoro, convegni o lezioni. Tra le particolarità, il fatto che assomiglia in tutto e per tutto ad una chiavetta USB e se decideremo di tenerla “cammuffata” potremo farlo. Al prezzo con cui viene proposta su Amazon: appena 23,99 euro spedizione compresa. è un affare. Una chiavetta da 8 GB costa intorno alla decina di euro, qui spendendo il doppio si ha anche la possibilità di sfruttarla come micro registratore per tutte le occasioni, anche in quelle dove si vuole registrare in maniera quasi del tutto anonima.

Pro

  • Registra oltre 150 ore in WAV con 15 ore di autonomia
  • Funzione di registrazione ben mimetizzata nella chiavetta quindi usabile in maniera anonima
  • Molto economica

Contro

  • Funzioni basiche, no sostituisce del tutto un registratore digitale

Offerte Speciali

Come acquistare MacBook Air M1 a rate su Amazon con carte ricaricabili

Mac Book Air M1 256 GB: sconto a 994,65 Euro

Il modello di MacBook Air M1 nella versione oro con disco da 256 GB è in offerta su Amazon. A 965,99 Euro. Il minimo mai raggiunto su Amazon.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial