Recensione fascia da braccio per smartphone di Mpow, alta qualità ad un prezzo mini

[banner]…[/banner]

Con l’avvento degli smartphone gli allenamenti sono monitorati direttamente dal polso, ma chi non ne ha ancora acquistato uno e preferisce sfruttare i sensori dello smartphone per tenere traccia dei propri allenamenti può allora affidarsi alla fascia da braccio per smartphone di Mpow che, ad un prezzo davvero minuscolo, permette di bloccare saldamente il telefono intorno al braccio beneficiando di una serie di confort per la gestione di chiavi e cuffie.

Recensione fascia da braccio per smartphone di Mpow

Com’è fatta

Questo accessorio, che abbiamo avuto modo di provare negli scorsi giorni, come dicevamo si distingue per un eccellente rapporto tra qualità e prezzo e anche una buona attenzione ai dettagli, a cominciare dalla scelta dei materiali. La fascia è realizzata in neoprene, compresa la tasca in cui si infila l’iPhone, che garantisce una buona adattabilità al dispositivo (siamo riusciti ad infilarne uno con custodia “slim” e pellicola in vetro senza difficiltà) e nello stesso tempo resistenza.

La parte frontale della fascia è coperta dalla classica finestrella trasparente e molto sensibile al tocco. Abbiamo potuto controllare il sistema operativo senza alcun problema, quasi come se lo schermo fosse libero da ogni protezione. Da questo punto di vista la fascia da braccio di Mpow è al top tra quelle che abbiamo provato, superiore anche ad alcuni grandi marchi che non hanno un materiale altrettanto responsivo in funzione di copertura trasparente. Con il nostro iPhone 7 riesce anche a funzionare con il Touch ID, permettendoci di sbloccarlo senza doverlo necessariamente rimuovere dalla fascia, un vantaggio non di poco conto quando si vuole interagire con le app in uso (magari Runtastic) senza dover interrompere i propri allenamenti.

Tra gli altri aspetti notevoli, oltre alla classica mini tasca per la chiave dell’armadietto in palestra, una doppia asola per far scorrere la fascia vera e propria. Questo ha permesso a Mpow di ridurre la lunghezza della fettuccia, lasciando all’utilizzatore la facoltà di scegliere la zona di presa, usando l’asola (rivestita in plastica per ridurre l’usura e facilitare lo scorrimento) più adeguata. Ottima l’area coperta con la striscia spugnosa per il velcro, che sembra quasi normale tessuto; anche il quadrato di presa per il velcro, appare realizzato con un materiale di prima qualità. Quasi invisibili i fastidiosi uncinetti visti in altri prodotti di bassa qualità; molto accentuata e solida la presa.

Da segnalare, infine, sempre parlando di materiali, la fascia frontale realizzata in materiale rifrangente, utile per chi corre al buio e che ha necessità di farsi vedere, e diverse piccole aperture in ambo i lati che permettono di poter collegare cuffie jack (o Lightning nel caso di iPhone 7 e successive versioni): in questo modo non si sarà obbligati ad usare cuffie Bluetooth.

Come va

Per quanto riguarda, invece, la comodità, possiamo dire che ci sono pochi appunti da fare. Precisiamo innanzitutto che è compatibile con smartphone dotati di schermo non superiore ai 5,2 pollici, quindi non ci sono problemi se la si utilizza con un iPhone 7/8 mentre sarà impossibile accompagnarla con uno degli iPhone della serie Plus e probabilmente (ma questo non possiamo confermarvelo per mancanza di prove) non è possibile utilizzarla neppure con iPhone X.

A parte questo, la fascia fa del suo meglio per essere facile da indossare e facile da tenere addosso. Si infila la fettuccia in una delle due fessure che si preferisce (usando quella più vicina al braccio potremo poi far passare la fascia anche nella seconda fessura), poi si stringe e si fissa con il velcro.

Essendo la stagione poco favorevole dal punto di vista climatico, l’abbiamo indossata sopra una maglietta con maniche lunghe e non abbiamo potuto misurare attendibilmente la tenuta durante la corsa, ma il materiale è molto elastico e ha una presa apparentemente salda. Scarso il fenomeno di appannamento della finestrella che in altri prodotti è invece molto accentuato. Contribuisce certamente a questa resistenza al vapore generato dal sudore, la generosa e solida aletta che chiude, quasi sigilla, il retro della fascia Mpow.

In un test in palestra, dove la fascia è stata calzata sul braccio nudo, abbiamo potuto apprezzare la buona capacità traspirante e un effetto spugna modesto; in termini pratici viene trattenuta la giusta quantità di sudore, senza far passare nulla all’interno; l’iPhone è risultato infatti completamente asciutto. Unico limite che abbiamo riscontrato, è la mancanza di qualunque indicatore per i tasti di iPhone. Per trovare volume e soprattutto, visto che il volume si controlla anche con il telecomando sul filo o i tasti sulle cuffie Bluetooth, il tasto di stop, si deve procedere a tentoni visto che sono completamente coperti e collocati in posizioni che non è facile individuare, se non premendo con una certa forza il bordo della tasca.

Recensione fascia da braccio per smartphone di Mpow

Conclusioni

In definitiva la fascia da braccio per smartphone di Mpow è un prodotto di ottima qualità, certamente superiore nel rapporto tra prezzo e prestazioni ad altri accessori simili. È comodo da indossare, realizzato con buoni materiali, perfettamente regolabile ed offre un pieno controllo del contenuto grazie ad uno schermo molto sensibile al tocco.

Prezzo al pubblico

A 8,99 euro su Amazon per la versione si tratta certamente di un buon affare per tutti coloro che usano iPhone da 4.7 pollici (o versioni più piccole) durante l’attività sportiva.