Recensione OxyLED MD50, potente torcia LED da 500 lumen: e luce fu

Macitynet mette alla prova OxyLED MD50, potente torcia da 500 lumen in grado di illuminare a giorno anche nel buio più totale: ecco come va

apriamo un po' il fascio di luce...è praticamente giorno

La torcia è uno di quegli accessori fondamentali per chi passa la notte fuori casa, sia che ci si trovi in campeggio al mare con la famiglia, sia che si decida di salire in montagna ad esempio per fotografie in notturna, in compagnia di qualche amico in tenda. Può rivelarsi utile anche tenerne una nel cruscotto della macchina in caso di guasto di notte, aumentando così la propria visibilità in attesa dei soccorsi, ma anche in casa o in garage, per fare luce nel caso in cui la corrente venga improvvisamente a mancare.

La nostra redazione ha avuto modo di metterne alla prova una, la OxyLED MD50, proprio nelle scorse settimane. Tra le tante abbiamo scelto questa torcia perché stando alla scheda tecnica, sembra vincere il confronto con altre per l’elevato flusso luminoso, la qualità costruttiva e le funzioni integrate in rapporto al prezzo, davvero contenuto. I nostri test, come leggerete più avanti, non possono che confermare la bontà di questo prodotto.

Recensione OxyLED MD50

OxyLED MD50 com’è fatta
La torcia arriva a casa all’interno di una valigetta in plastica rigida imbottita con della gommapiuma contraddistinta da apposite aperture che mantengono ben protetti la torcia, un piccolo ma funzionale caricatore in plastica e una batteria 18650, dove 18650 non sono i mAh, ma è la sigla di questa categoria di batterie più grandi della classica AA. Nel caso specifico è da 1.800 mAh, ma in rete si possono trovare batterie 18650 anche più generose (qui qualche esempio) utili per raddoppiare o in qualche caso triplicare l’autonomia che, come dimostreremo più avanti, è già molto interessante anche con la sola batteria che troviamo nella scatola. Una piccola puntualizzazione va fatta riguardo il cilindro in plastica trasparente che avvolge la batteria. Inizialmente lo abbiamo rimosso, credendo fosse una qualche sorta di protezione: in realtà va utilizzato per il semplice fatto che aggiunge spessore quel tanto che basta per non far “ballare” la batteria una volta inserita nella torcia, quindi non buttatelo.

Presa in mano, i 180 grammi della torcia (batteria inclusa) si fanno sentire, dando l’immediata impressione di impugnare un oggetto solido, resistente e ben costruito. Tutta la struttura è infatti in metallo, eccezion fatta per il pulsante in plastica ben protetto da un gommino verde e per la copertura della lente, in vetro.

Ci è piaciuta la scelta di poter agganciare un laccio (incluso nella confezione) per assicurarla al polso, o eventualmente allo spallaccio o al passante dei pantaloni. Buona la presa, migliorata dalla spigolatura del manico e dalla seghettatura della parte superiore che può essere “allungata” per cambiare la tipologia di fascio luminoso.