HomeRecensioniRecensione Power Bank Anker 737, 140w al servizio di smartphone, tablet e...

Recensione Power Bank Anker 737, 140w al servizio di smartphone, tablet e notebook

Quando si parla di batterie portatili e stazioni di ricarica c’è un brand, che più degli altri, si è fatto strada in questo palcoscenico. Stiamo parlando, ovviamente, di Anker, ormai noto nell’ambito degli accessori per caricare dispositivi mobili. Oggi in prova la stazione di ricarica Anker 737, una batteria mostre da 24 mila mAh, con tecnologia GaN Prime e tante altre frecce al suo arco. Certo non è economica, ma il listino è in linea con quello che offre.

Anzitutto, è bene comprendere che non ci troviamo di fronte ad una semplice batteria esterna, bensì ad una vera e propria stazione di ricarica portatile. Questo aiuterà certamente a digerire peso e dimensioni. Soprattutto il primo, considerando che non è tra le più leggere in circolazione, con i suoi 631 grammi. Anche le dimensioni sono piuttosto generose: Anker 737 è alto 4,5 cn, lungo circa 15,5 cm e largo 5,5 cm. Insomma, non è una batteria da mettere in borsa o nella tasca dei pantaloni. Piuttosto, come già anticipato, si tratta di una stazione di ricarica molto più completa e performante.

Anker 737

In confezione, oltre alla stazione in sé, anche un cavetto USB-C – USB-C che supporta tutti i 140W di cui è capace la batteria. Inoltre, anche una una piccola sacca per il trasporto, che servirà a non far rovinare la batteria, permettendo di non graffiare il display di cui è dotata.

Anker 737

Come è fatta

Come già accennato, dimensioni e peso sono piuttosto generose. In mano si percepisce sin da subito come un piccolo lingotto, davvero solido e pesante. La superficie superiore è totalmente liscia, spezzata poi dalla parte del display che mostra davvero tante informazioni utili durante la ricarica, sia in entrata che in uscita. Le parti laterali, invece, propongono un pattern in plastica con una texture che ne aiuta la presa.

La batteria propone un unico pulsante sul lato, che può essere premuto più volte, per fornire diverse informazioni a schermo. Su uno dei lati corti in alto, invece, sono posizionati tre ingresso. Due USB-C che fungono sia da in, che da out, oltre ad una presa USB-A con tecnologia IQ. Una forma insolita per una stazione di ricarica, che nel complesso ci sentiamo di promuovere a pieni voti. Anche a livello estetico questa Anker 737 mostra di essere comunque un dispositivo premium, anche se alla fine i materiali sono plastici.

Anker 737

Caratteristiche tecniche

Anker 737 è una potente stazione di ricarica, dotata della più recente tecnologia Power Delivery 3,1, in grado di offrire una ricarica bidirezionale davvero potente, fino a 140 W complessivi.

Anker 737

Propone una capacità nominale di 24000 mAh, in grado di ricaricare dispositivi come iPhone 13 o Samsung Galaxy S22 fino a quasi 5 volte. Ovviamente, una stazione del genere potrà essere utilizzata, ed anzi la consigliamo espressamente, a chi vorrà farne un utilizzo anche con i notebook dotati di ingresso USB-C, come ad esempio i MacBook di Apple. Una stazione di ricarica del genere, sebbene in grado di ricaricare alla massima velocità smartphone e tablet, sarebbe un po’ sprecata se utilizzata con soli dispositivi mobili.

Anker 737

Come già anticipato, la batteria è dotata anche di un display sulla parte superiore. Questo è in grado di fornire diverse informazioni durante la ricarica, così da verificare effettivamente la velocità di carica di ciascun dispositivo.

Anzitutto, il display mostra la percentuale di carica residua della batteria. Inoltre, è in grado di fornire in tempo reale i W che vengono erogati, o incamerati, dalla batteria, quando vengono collegati dispositivi da ricaricare, o quando viene caricata la stessa stazione di ricarica. Le misurazioni avvengono per singolo ingresso. Da notare che le due porte USB-C, entrambe in grado di fungere da in e out, sono in grado di restituire 5 ~ 3A/9V ~ 3A/15V ~ 3A/20V 5A/28V ~ 5A per un totale di 140W massimo, mentre la porta out USB-A Iq propone 5V ~ 3A/9V ~ 2A/12V ~ 1.5A per un totale di 18W massimo.

Anker 737

Tra le altre tecnologie, questa stazione di ricarica è dotata del sistema di ricarica alimentato da GaN Prime di Anker, un innovativo design impilato, PowerIQ 4.0 per una maggiore efficienza e ActiveShield 2.0 per il monitoraggio intelligente della temperatura che, anticipiamo subito, è sempre particolarmente contenuta, sia quando ricarica i dispositivi esterni, sia quando viene ricaricata. Durante i nostri test, anche collegando tre dispositivi in contemporanea, non abbiamo mai registrato temperature elevate della stazione di ricarica, che è sempre rimasta in un range compreso tra i 30 e i 35 gradi celsius.

Anker 737

Per quanto riguarda le velocità di ricarica, queste dipendono naturalmente dal dispositivo che viene collegato. Quando si parla di Android, il mondo della ricarica è davvero frammentato, e sebbene tutti ormai adottino la standard USB-C, offrono tecnologie proprietarie che si audivano solo con gli adattatori da parete inclusi in confezione. Questo vuol dire, dunque, che la velocità cui potrà aspirare questa Anker 737, per quanto potente, sarà sempre inferiore rispetto a quella che si otterrà con le ricariche rapide offerte dai singoli produttori.

Anker 737

Per quanto concerne il mondo Apple, abbiamo testato contemporaneamente alla ricarica di un iPad mini 6, e di un iPhone 12 mini. Quest’ultimo ha caricato a velocità medie di circa 10W, oscillando dai 9 ai 13W circa. Per quanto concerne iPad, invece, il dato restituito a schermo è stato superiore, con una ricarica media a 17W circa. Queste velocità tendono però a diminuire tanto più ci si avvicina al 100%. Superando il 70% di ricarica, infatti, la velocità di iPhone si attestava interno ai 7W, quella di iPad a 11W. Naturalmente, il tutto utilizzando i cavi di ricarica originali o, al più, quello presente in confezione Anker.

Tempi di ricarica – Test:

  • iPhone 12 mini: da 20 a 50% in 13 min | da 20 a 75% in 31 min |da 20 a 100% in 90 min;
  • iPad mini 6: da 0 a 20% in 15 min | da 0 a 60% in 25 min|da 30 a 75% in 40 min|da 0 a 100% in 130 min;
  • MacBook Air 13 2018: da 30 a 40% in 9 minuti |da 30 a 50% in|da 50 a 75% in|da 0 a 100% in 125 minuti circa

Da notare, che dopo aver caricato iPhone e iPad come sopra evidenziato, la batteria Anker aveva esattamente il 60% di carica residua. Questo dopo aver erogato circa 7351 mAh. facendo due calcoli, e ipotizzando di ripetere nuovamente la stessa ricarica, arriverebbe ad avere il 20% di carica residua, dopo aver erogato 14702 mAh. Considerando che tutte le batterie erogano il 75% rispetto alla potenza dichiarata, è verosimile pensare che questa Anker 737 sia perfettamente in linea con questi dati, in grado di erogare circa 18000 mAh.

Per quanto riguarda, invece, i tempi di ricarica della stazione stessa, con un adattatore da muro da 67W massimo, servono circa 4 ore e mezza per la ricarica completa. I tempi si riducono drasticamente se riuscite a procurarvi una presa da muro più potente, proprio come quelle della serie 7 GanPrime di Anker. Noi abbiamo provato a ricaricarla con l’adattatore 737: la batteria si è ricaricata interamente in circa 50 minuti, con una media di circa 88W erogati. In questo ultimo caso le temperature della batteria sono arrivate a 42 gradi circa, davvero un ottimo risultando considerando che anche la temperatura ambientale di questo periodo è davvero elevata.

Anker 737

Conclusioni

Anker 737 non è una batteria economica. E’ una stazione di ricarica con un listino di 149,90 euro. Si tratta di uno strumento assolutamente consigliato a chi viaggia spesso e necessita di caricare iPhone, iPad e MacBook anche contemporaneamente. Assolutamente affidabile, è in grado di caricare i dispositivi mantenendo le temperature davvero al minimo, evitando di surriscaldarsi.

Anker 737

Il display smart è uno dei punti di forza di questa stazione, perché fornisce sempre dati in tempo reale per comprendere esattamente come sta andando la ricarica, potendo anche visualizzare sul display i tempi stimati di completamento della ricarica.

Anker 737

La capacità nominale di 24 mila mAh assicurerà di non rimanere a secco neppure con una giornata di lavoro intensa su più dispositivi. Di certo, sul consiglio è di dotarvi di una presa da muro molto potente per ricaricarla, altrimenti ci vorrà anche una notte intera per riportare la stazione al 100%.

Anker 737

PRO

  • Solida e ben costruita
  • Smart Display eccellente
  • 140W massimo in uscita
  • Ricarica fino 3 dispositivi allo stesso tempo
  • Temperature in fase di ricarica contenute

CONTRO

  • Il prezzo può spaventare
  • Peso e dimensioni
  • La porta USB-A segnala a volte un’uscita di 0,1w anche se non c’è nulla collegato

Anker 737 è disponibile a questo indirizzo a 149,99 euro. Al momento è sold out, anche su Amazon ma dovrebbe tornare a breve.

Offerte Speciali

macbookpro14e16

Sconti su MacBook Pro 16″ e MacBook 14″, risparmiate fino a 530 euro

Continuano gli sconti importanti di Amazon sui Mac. Ecco tutti i migliori affari di oggi con risparmi fino a oltre 500 euro
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial