Home Recensioni Recensione Xiaomi Mi Watch Lite: semplice, basilare e dal design lineare

Recensione Xiaomi Mi Watch Lite: semplice, basilare e dal design lineare

La lotta per il miglior smartwatch è sempre dietro l’angolo, ancor più negli ultimi anni, considerando che sono davvero tanti i modelli economici, che però sono in grado di rivaleggiare, sia per design, che per funzioni, con gli indossabili di fascia più alta. Ci prova anche Xiaomi Mi Watch Lite (al prezzo di 42 euro con il coupon WATCH5), vediamo se ci riesce.

Xiaomi Mi Watch Lite, come molte delle periferiche del brand cinese, è essenziale e minimale nell’aspetto. Propone una forma che ricorda vagamente quella di Apple Watch, con un quadrante in plastica opaca da 41 mm, offerto in diverse colorazioni. Ciascun colore di cassa è abbinato a un cinturino in TPU morbido al tatto che, sì è rimovibile, ma utilizza un meccanismo proprietario, che rende possibile sostituirlo solo con cinturini della stessa tipologia.

L’orologio pesa appena 35 grammi, quasi “invisibile” al polso da questo punto di vista, e ha dimensioni giuste, anche se lo spessore non è tra i più discreti, con i suoi 11,9 mm. Sul lato della cassa c’è un solo pulsante fisico; volendo fare un paragone con la Digital Crown di Apple Watch, ma anche con la stessa del Mi Watch, è molto più discreto, risultando praticamente a filo con la cassa stessa.

L’orologio gode di un ottimo display touchscreen LCD TFT da 1,4 pollici, con risoluzione 320 x 320 che offre 350 nit di luminosità. Sì, le specifiche sono in calo rispetto alla variante non Lite, ma lo schermo di questo orologio è assolutamente ottimo per il prezzo di vendita. Sebbene da spento l’effetto sia davvero “wow”, perché sembra che il display ricopra tutto il frontale, in realtà ci sono delle cornici nere piuttosto pronunciare. Scegliendo, però, una watch faces con bordi scuri, il bordo tende quasi a sparire, complice anche un software ottimizzato allo scopo.

Rispetto al Mi Watch, questo modello di Lite perde in vivacità dei colori, anche se questo Lite si difende davvero bene, e propone un’unità invidiabile per il prezzo di lancio. Quello che un po’ fa storcere il naso è la completa assenza di animazione nei menù, che dunque scorrono a scatti. “Scatti”, si intende, non nel senso di lag, ma che il menù passa da una schermata all’altra in modo netto, quasi “grezzo”.

Ad ogni modo, l’orologio non passa inosservato al polso, risultando assolutamente elegante. Gode anche di certificazione 5ATM, diventando così un ottimo alleato per le immersioni fino a 50 metri di profondità.

Mi Watch Lite incorpora all’interno un accelerometro a 3 assi e gode anche di sensori di movimento, del giroscopio, barometro e bussola. Soprattutto, ci sono GPS e Glonass integrati, così da poter mappare gli allenamenti all’aperto, anche senza l’ausilio dello smartphone. In totale, Mi Watch Lite riesce a tenere traccia di 11 diverse modalità sportive, come corsa, ciclismo e nuoto in piscina o in acque libere. Non manca il cardiofrequenzimetro PPG per il monitoraggio continuo e la misurazione dei livelli di sforzo durante l’esercizio.

Ovviamente, ci sono tutte le funzioni basilari dei fitness tracker, anche se in questo caso non possiamo tacere come la nostra unità tenda a sovrastimare i passi. Ci siamo accorti subito di questo, e affiancandolo con altri tracker di diverse società, alla fine della giornata Mi Watch Lite segnava oltre 500 passi in più. Inoltre, rispetto ad altri brand, quello che manca qui è il monitoraggio dello stress e le misurazioni SpO2. A questo prezzo, del resto, non si poteva avere tutto.

Il monitoraggio delle attività quotidiane è piuttosto semplice, copre il numero di passi e la distanza percorsa, mettendo questi dati in ordine cronologico. A bordo c’è anche un altimetro, ma stranamente non traccia i piani saliti furante la giornata.

A livello di interfaccia, Mi Watch Lite si basa su un software proprietario. La UI p molto semplice, ma tutto sommato intuitiva e versatile. Peccato, dal punto di vista estetico, che manchi di qualsiasi animazione, anche la più povera.

Tra le funzionalità extra fitness, lo smartwatch offre la possibilità di ricevere al polso le notifiche in entrata, così come le chiamate, anche se non sarà possibile rispondere in alcun modo, né alle une, né alle altre. L’app, su cui torneremo a breve, offre la possibilità di scegliere tra 120 quadranti, e non mancano le funzioni meteo e allarme, cronometro o timer.

L’esperienza dello smartwatch è, dunque, piuttosto basica, anche se tutto sembra funzionare bene, al netto dei passi che, a fine giornata, dovranno essere ritoccati verso il basso.

L’applicativo è diverso dai soliti. Non usa né Zepp, né l’app Amazfit. Piuttosto, l’abbinamento avviene con l’app Xiaomi Wear, disponibile gratis su iOS e Android. La schermata principale, oltre ad un avatar digitale animato, mostra tre sezioni: Stato, Allenamenti, Profilo. Nella prima è possibile immediatamente prendere visione di alcuni dati sui passi, calorie, sonno, allenamenti e frequenza cardiaca. Mentre la sezione allenamenti permette di tenere traccia delle proprie sedute di fitness, tutte geolocalizzate; infine, su profilo è possibile impostare i quadranti e modificare le impostazioni dell’orologio.

Quanto al monitoraggio del sonno, Mi Watch lite fornirà dettagli sulla durata, e sulle varie interruzioni. Non viene fornito alcun dettaglio sul sonno REM. Anche il sonno, come i passi, viene tendenzialmente sovrastimato. Inoltre, a differenza di altri dispositivi più economici, non viene fornito alcun consiglio su come migliorare i risultati di una cattiva notte di sonno appena trascorsa.

Quanto ai dati sulla frequenza cardiaca media e i dati sulla frequenza cardiaca massima sono risultati un po’ fuorvianti, se paragonati ad altri tracker di fascia più alta. Tutto sommato, a riposo le misurazioni sono sempre risultate verosimili e vicine ad atri competitor.

Quanto all’autonomia, il produttore assicura con utilizzo tipico 9 giorni. Non siamo mai riusciti ad arrivare a questo traguardo. Verosimilmente, utilizzando le funzioni di monitoraggio continuo del battito, e allenandosi con GPS a giorni alterni, si arriverà a coprire circa 4-5 giorni.

Conclusione

Mi Watch Lite è un indossabile che esteticamente fa la sua figura. Davvero bello, elegante, minimale, non sfigura neppure se lo si paragona ad Apple Watch. A livello di funzionalità, però, è davvero basico, e può essere paragonato ad un fitness tracker economico. Adatto, dunque, a chi necessità di informazioni basilari, ma che allo stesso tempo non rinuncia ad un design di un vero orologio. Inoltre, elemento che lo distingue dalle fintess band economiche, è la presenza del GPS.

PRO

  • Esteticamente valido
  • Display buono
  • Tante watchfaces
  • impermeabile 5ATM
  • Ha il GPS
  • Prezzo

CONTRO

  • Passi sovrastimati
  • Autonomia non al massimo

Prezzi e disponibilità

Xiaomi Mi Watch Lite costa circa 42 euro e può essere acquistato direttamente a questo indirizzo con il coupon WATCH5.

Offerte Speciali

Amazon fa il miracolo: AirPods Pro pronta spedizione e in sconto

Airpods Pro prezzo top: solo 189,99 €

Su Amazon gli Airpods Pro tornano ad un ottimo prezzo: solo 189,99 euro
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,957FollowerSegui