Sandisk: per l’80% degli utenti iPhone e iPad la memoria non basta

L'80% degli utenti iPhone e iPad è costretto a cancellare dati: in Italia il 25% degli utenti è senza spazio ogni giorno, il 32% una volta la settimana. I risultati di uno studio di SanDisk rilevano il problema tra gli utenti in Europa e nel nostro Paese

Ben tre utenti iPhone e iPad su quattro sono costretti a cancellare contenuti per liberare memoria sui propri dispositivi: in pratica per l’80% di chi usa un dispositivo iOS la memoria disponibile non basta mai. Questo interessante dato è rilevato da uno studio commissionato da SanDisk che prende in esame oltre 5.000 utenti iPhone e iPad in Europa e anche in Italia.

Nel nostro Paese emerge un profilo utente dotato di più dispositivi Apple: il 24% possiede iPad, il 22% iPhone e il 19% smartphone diversi. Contrariamente a quanto si pensi i contenuti che più contribuiscono a esaurire la memoria di iPhone e iPad non sono foto e video bensì gli ebook, indicati nel 35% dei casi, seguiti poi dai video per il 29% e solo in coda con il 2% per l’archiviazione dei documenti di lavoro. Più allarmante la frequenza con la quale gli utenti iPhone e iPad in Italia verificano la mancanza di memoria disponibile: ben il 25% degli utenti rimane a secco ogni giorno mentre il 32% una volta alla settimana.

Percentuali identiche a livello mensile e settimanale, in entrambi i casi il 27%, degli utenti iPhone e iPad che effettuano un backup, mentre il 5% dichiara di non effettuare alcun backup. Per chi non effettua alcun backup le ragioni principali sono la mancanza di tempo oppure la dimenticanza, entrambe indicate dal 29% degli utenti.

A livello Europeo lo studio rileva le operazioni più comuni degli utenti iPhone e iPad per liberare memoria. Mediamente occorre rimuovere 500 foto per liberare 1 GB di spazio. La maggior parte degli utenti preferisce rimuovere le foto (il 43%) seguite dalle app (il 40%): quasi la metà degli intervistati (il43%) rimuove contenuti almeno una volta al mese, mentre per gli Italiani il problema è sentito già a livello quotidiano o settimanale, come sopra riportato. Emergono anche dati interessanti sulle abitudini d’uso: l’80% delle foto realizzate ha come soggetti gli amici, seguiti dal 70% delle foto per familiari e parenti. I selfi sono il 57% delle foto, precedute dai bambini con il 58%, seguono poi gli eventi con il 50% e gli animali domestici con il 44%: in generale le donne risultano più propense a scattare selfie rispetto agli uomini. Infine per quasi un utente su 3 (il 28%) la mancanza di spazio impedisce di scattare più foto o registrare più video.

Non a caso la ricerca è stata commissionata da SanDisk: il celebre costruttore di memorie e dispositivi di storage e non solo, propone da tempo nel proprio catalogo iXpand (qui la recensione di Macitynet) la chiavetta di memoria con connettore Lightning e USB che permette di raddoppiare la memoria di iPhone e iPad: è disponibile nelle capacità di 32 GB, 64 GB e anche 128 GB. Oltre a supportare il sensore Touch ID per la protezione e l’accesso sicuro ai dati, permette di effettuare backup automatici e di salvare foto, musica, video, film e documenti che risultano accessibili tramite l’app abbinata, in grado di leggere anche file e formati non supportati di serie da iOS, come per esempio AVI, MKV e altri ancora. Le chiavette speciali SanDisk iXpand per iPhone, iPad, Mac e PC sono disponibili in sconto su Amazon.

https://www.youtube.com/watch?t=5&v=aSNxwZA5n04

utenti iPhone e iPad sandisk ixpand 620