Sblocco delle SIM su iPhone 1.1.1: arriva il software gratuito

iPhone Dev Team rilascia una nuova versione di AnySim per sbloccare a costo nullo le SIM degli iPhone in versione 1.1.1. Ma la procedura richiede molta cautela se avete effettuato operazioni di sblocco in precedenza sul vostro iPhone.

Dopo i report di avvenuto sblocco di iPhone versione 1.1.1 da parte di molti utenti che avevano il telefono “bricked” dopo l’upgrade da versioni precedenti ma che avevano risolto con il software iPhoneSimFree a pagamento, arriva l’annuncio da parte dell’iPhone DevTeam di una soluzione assolutamente gratuita per lo sblocco totale della SIM dei telefoni di Apple anche nella nuova versione.

AnySim 1.1 è un software in grado di lavorare sia sugli iPhone con firmware 1.0.2 che con quelli dotati del più recente 1.1.1 con una importante precauzione: il telefono non deve essere mai stato sbloccato con procedure software o con GeoHack in precedenza.
L’hack software infatti si applica a telefoni nuovissimi mentre quelli già  hackerati necessitano di una procedura di “rivirgining” o azzeramento degli hack su cui il DevTeam sta lavorando e che non è ancora disponibile.

Raccomandiamo quindi a tutti coloro che hanno già  un iPhone con firmware 1.0.2, sbloccato via software o via GeoHack, di non aggiornare il telefono al firmware 1.1.1 e di non tentare uno sblocco con AnySim: le soluzioni attualmente funzionanti per questa opzione sono solo quelle con il software di sblocco a pagamento o con la TurboSim (hack hardware sulla SIM).

Come spesso consigliamo su queste pagine, la fretta di sbloccare il telefono porta a spendere inutilmente dei soldi e molto spesso ad avere un iPhone bloccato in toto.
Ovviamente tutti gli hack vanno applicati consci del fatto che un telefono in cui sono state apportate modifiche nel firmware non ha alcuna garanzia di essere riparato da Apple in caso di guasti e che l’uso non appropriato di modifiche anche software può renderlo inservibile (almeno temporaneamente).

[aggiornamento: alcuni utenti che hanno applicato l’hack citato sopra si sono ritrovati con gran parte della memoria del telefono inaccessibile partendo da 8 GB e ritrovandosi con 300 MB disponibili. Prima di cimentarvi nell’impresa è bene essere sicuri che tali problemi siano stati risolti. Ve ne daremo conto su questa pagina].

[A cura di iPhone Addicted]