Siri su Mac, l’assistente virtuale già sa che cosa è il Finder

Siri su Mac è in arrivo e uno sviluppatore scopre che Siri "conosce" il Finder. Una nuova prova che l'assistente virtuale potrebbe presto essere disponibile anche per il computer desktop e laptop.

siri su mac dockicon1012

Siri si sta preparando a sbarcare su Mac. Questo è quello che si potrebbe dedurre da una immagine pubblicata dallo sviluppatore Brian Roemmele dalla quale appare chiaro che l’assistente vocale “conosce” che cosa sia il Finder, mentre non dovrebbe saperlo visto su iOS il Finder non c’è.

L’esperimento parte da un richiesta a Siri (in versione inglese). Basta dire, insistendo un po’, “Siri apri  settaggi nella finestra” e si vedrà apparire una risposta che non ci si attenderebbe: «Non hai una applicazione chiamata Finder”. L’aspetto interessante è che, come accennato, l’utente non menziona affatto il Finder, ma solo la necessità di aprire una finestra. Questa azione viene compiuta, appunto, dal Finder su Mac, ma su Mac per ora non c’è un Siri in servizio e la conclusione più immediata è che sia in corso un tirocinio di Siri per insegnarle ad utilizzare il Mac.

Siri su Mac

Come abbiamo accennato la scoperta di Brian Roemmele non è del tutto sorprendente. Nei mesi scorsi si è parlato molto dei vari passaggi che porteranno Siri su OS X (che potrebbe presto chiamarsi MacOs), In paeticolare in questi ultimi giorni dopo le voci sono apparsi anche alcuni elementi grafici, ma fino ad oggi non si era avuta una prova convincente come quella individuta dalla sviluppatore.

Ricordiamo che Siri potrebbe essere uno dei pilastri della WWDC16. Oltre alla versione Mac, dovremmo vedere anche il rilascio di un Kit di sviluppo per l’uso di Siri su applicazioni di terze parti (e non solo nel contesto di App e servizi di Apple) e l’introduzione di un nuovo motore logico e semantico ereditato da VocalIQ