Starbucks, salta la coda ordinando caffè, dolci e frappuccino con l’app

Starbucks sta implementando i servizi hi-tech per i propri clienti: ora negli Stati Uniti è possibile ordinare e pagare caffè e dolci direttamente con un’app, ritirarli sul bancone della propria caffetteria preferita e saltare così la coda della mattina

Ordinare il caffè con un’app, saltare la coda in caffetteria e ritirare l’ordine direttamente sul bancone: la consegna smart di Starbucks è ora una realtà. Il gigante della caffetteria sta implementando la possibilità per i clienti di ordinare bevande e alimenti direttamente con un’app e saltare la coda della mattina. Il servizio, che per ora è attivo solo in alcune località degli Stati Uniti, consente al cliente di Starbucks di ordinare caffè, dolciumi e frappuccino, di personalizzarli a piacere con zucchero, latte o panna e di pagare immediatamente: e tutto in pochi tap direttamente dal proprio dispositivo mobile.

Starbucks dirà al cliente l’orario di ritiro del proprio caffè (dovrebbero volerci non più di dieci minuti e gli ordini effettuati tramite mobile non dovrebbero rallentare il lavoro dei baristi di Starbucks) e sarà possibile recuperare tazza e dolciumi direttamente al bancone senza attendere in coda il proprio turno. L’utente potrà scegliere la caffetteria che preferisce, ma l’applicazione verificherà se è possibile per il cliente ritirare il caffè in meno tempo in un altro punto vendita. L’esperimento avviato in alcune località statunitensi, sta prendendo piede a Portland e presto sbarcherà nelle città che rappresentano i mercati più importanti per Starbucks, come New York e San Francisco.

Il mercato delle transazioni via smartphone rappresenta per Starbucks già dal 2011 una grossa fetta degli introiti e più volte l’azienda ha dichiarato di considerare le tecnologie mobili come una risorsa fondamentale del proprio business e lo ha dimostrato investendo nel mercato delle app. Il futuro, fatto di app e tecnologia oltre che di caffè, cappuccini giganti e dolci sfiziosi, per Starbucks è inoltre passato dai pagamenti attraverso lo smartphone dal mese di febbraio 2015, da Apple Pay. Gli ordini tramite app da ritirare direttamente in caffetteria sono un altro passo in avanti del gigante del caffè che già del 2011 sta guardando ad un futuro fatto di tecnologia.

starbucks1_2040.0.0