Suitcase Fusion 5, ora compatibile con i pacchetti Creative Cloud

Disponibile la nuova versione di Suitcase Fusion, l’applicazione professionale per la gestione dei font. Supporto per le ultime versione dei software inclusi nella Creative Cloud, funzionalità Font Snapshots per realizzare anteprime dei caratteri in formato PNG, funzione “Web preview” per sfruttare font web senza scrivere righe di codice, tool “QuickMatch” per confrontare e visualizzare caratteri simili nella propria libreria.

Suitcase Fusion 5, ora compatibile con i pacchetti Creative Cloud

Suitcase Fusion 5 è uno tra i più noti e apprezzati gestori professionali di font: offre anteprime, funzionalità di ricerca e strumenti per l’organizzazione dei caratteri. Con l’ultima versione l’apprezzato strumento, integra i plug-in per la compatibilità dei pacchetti integrati nella Creative Cloud di Adobe: Photoshop, InDesign, Illustrator e inCopy CC.

Altra novità è la funzione QuickComp, strumento che consente di comparare i font visualizzando una libreria di template che mettono fianco a fianco i caratteri e consente di stampare pagine campione.

Una funzione denominata “QuickFind” (già presente in precedenza) permette di eseguire ricerche dinamiche (man mano che il testo è digitato) e per metadati (stile, parole chiave, classificazione, ecc.). “QuickMatch”, invece, permette di confrontare i caratteri individuando font con similarità all’interno delle proprie librerie. È possibile attivare una funzione per la pulizia della cache dei font, in grado di risolvere particolari problemi di visualizzazione che potrebbero verificarsi con le applicazioni Adobe, con Quark Xpress, Microsoft Office e il sistema operativo.

Come sempre è possibile creare set di font, organizzarli per progetto, tipo o altre modalità in base alle esigenze del proprio flusso di lavoro. Similarmente a quanto si fa con le playlist di iTunes è possibile creare set di caratteri in base al lavoro che è necessario svolgere in quel momento. Si possono creare set “smart” che includano solo alcuni tipi di font, rispondendo a particolari criteri indicati dall’utente.

Fusion supporta anche WebINK un servizio per la gestione dei web font che consente ai web designer di incorporare font personalizzati nei siti web. Grazie allo sviluppo delle recenti tecnologie web la maggior parte dei browser supporta ora comandi che permettono il download e l’installazione “al volo” di caratteri personalizzati (tecnicamente sfruttando il tag @font-face). Extensis ha in sostanza predisposto un sistema che consente ai designer di scegliere i caratteri e incorporarli nelle pagine web grazie a fogli stile CSS ad hoc che i progettisti potranno inserire nel codice delle pagine. I visitatori che navigheranno nel sito progettato con questo sistema visualizzeranno i testi con i font decisi dai grafici in modo del tutto trasparente, senza accorgersi della complessità che è insita nel sistema (i caratteri sono scaricati in tempo reale dal web dai server sicuri di Extensis). Il pacchetto include di serie, FontDoctor, utility che consente di diagnosticare e riparare particolari problemi con i caratteri installati nel sistema.

Il prezzo di vendita negli USA del nuovo Fusion 5 è di 140$. L’aggiornamento dalla versione precedente costa, invece, 70$. L’applicazione richiede OS X 10.6.8 o superiore. Il servizio WebINK è compatibile con Safari 5 o superiore, FireFox 7 o superiore, Chrome 14 o superiore. Dal sito del produttore è già possibile scaricare una versione dimostrativa.

Suitcase Fusion 5