TOMTOM Runner 3, in prova lo sportwatch tuttofare

TOMTOM Runner 3 è uno sportwatch semplice e fulloptional per chi si diverte nello sport: qualcosa da mettere a posto qua e la ma il prodotto funziona già a dovere.

TOMTOM Runner 3 è uno sportwatch, sottocategoria di smartwatch, con un’anima molto particolare: ad una forma sobria e particolarmente pensata per lo sportivo, si uniscono una serie di funzionalità molto avanzate e poliedriche, in grado di rendere il dispositivo del tutto indipendente dallo smartphone, senza per questo rinunciare alle funzioni più soft, come la musica.

La poliedricità del marchio TOMTOM oramai non stupisce più di tanto, perché già da qualche anno sono attivi prodotti che vanno ben al di la dei più famosi navigatori satellitari per auto: noi stessi abbiamo parlato dell’ultimo navigatori per scooter, TOMTOM Vio (che abbiamo recensito qui), ma nel catalogo del marchio figurano anche accessori per il Golf, Action Cam e altro.

Questo per dire che se pensate che TOMTOM Runner 3 sia un prodotto secondario perché non proviene da un marchio specializzato nello sport vi sbagliate di grosso: certo non è uno sportwatch agonistico, ma fa il suo dovere in modo egregio soddisfando l’utente medio ben oltre le esigenze, con qualche velleità in più e soluzioni originali per chi ama essere indipendente.

TOMTOM Runner 3

L’anima del runner

Fuori dalla scatola TOMTOM Runner 3 offre lo smartwatch più un cavo di ricarica con connettore dedicato lato smartwatch e USB-A dall’altro. La messa in carica dell’orologio necessita di qualche attenzione, l’aggancio in plastica non è a prova di bomba e bisogna assicurarsi che sia effettivamente agganciato, ma allo stesso tempo una volta finita la ricarica, è necessario un movimento preciso per staccarlo.

Per fortuna la carica della batteria dura moltissimo: da una a due settimane nei nostri test, con attivazione delle attività (e conseguente uso del chip GPS) in modo irregolare.

L’aspetto è, come di vede nelle foto, decisamente sportivo: le curve morbide e la superficie in gomma è comoda da utilizzare tutto il giorno, ma non è di certo uno smartwatch da portare la sera in discoteca.

L’anima da runner si vede tutta, con molta sostanza e poca apparenza: oltre al display ben visibile (che ha il grande pregio di avere caratteri grandi e informazioni inequivocabili) appena sotto sosta una piccola pulsantiera.

Questa, propria di quattro pulsanti ai vertici, permette di navigare tra i menu dell’orologio e di attivare o disattare tutte le funzioni e i dettagli del telefono, anche se molto (ma non tutto) si fa dall’App per smartphone.

La fase di configurazione è abbastanza semplice, noi siamo partiti dall’App per Mac, per arrivare poi a quella per iPhone (ma non è obbligatorio) e sostanzialmente basta seguire le istruzioni a video, anche se ci sarebbe piaciuta una configurazione più “snella”.

TOMTOM Runner 3, tutto in uno

All’interno del TOMTOM Runner 3 sostano varie attività sportive: prima di ogni sessione è necessario specificare l’attività e attendere qualche secondo (talvolta qualcuno in più) che lo smartwatch trovi il segnale GPS, dopodiché si è pronti a partire.

Il display mostra tutti di dati in modo chiaro anche durante l’attività, seppure il tipo di visualizzazione è personalizzabile anche direttamente dallo smartwatch durante la sessione.

L’utilizzo del GPS permette di registrare lo stato dell’attività e di visualizzare, alla fine della corsa, tutto il tracciato e i tempi parziali e totali.

La parte interessante di questo modello, rispetto a molti concorrenti, è che all’interno del device c’è una piccola scheda di memoria, che può ospitare alcuni brani in formato MP3 (circa 500 ufficialmente, un po’ meno nei nostri test): grazie al Bluetooth integrato, è possibile effettuare il pairing con alcuni modelli di cuffie wireless (noi l’abbiamo usato con queste, qui nei nuovi colori, ma sono disponibili anche alcuni modelli di TOMTOM) e ascoltare la musica durante la corsa (o altra attività) senza per questo necessitare di uno smartphone.

Nella realtà dei fatti, questo insieme di caratteristiche (GPS, Bluetooth e riproduzione multimediale) comporta qualche compromesso e qua e la l’audio salta, ma non è nulla di così irreparabile.

Piuttosto seccante invece il fatto che le cuffie non sono riconosciute e prima di ogni attività è necessario rifare il pairing.

Polivalente

Altra caratteristica interessante del TOMTOM Runner 3 è il fatto che tutte le statistiche sono reperibili tanto tramite l’App (con cui l’orologio si sincronizza da solo di tanto in tanto) quanto da Mac o PC (grazie alla connessione USB durante la ricarica).

La consultazione può avvenire tramite App oppure tramite web, in modo molto semplice tanto che si può tranquillamente saltare da una parte all’altra. Sia l’App che le pagine web sono fatte bene e la consultazione è chiara e lineare anche se siete an digiuno di statistiche sportive, con anche alcune animazione interessanti che vi fanno rivivere la sessione sulla mappa.

Manca l’estremismo, quello si: i dati visualizzati sono adatti ad un utilizzo consumer o qualche cosa di più, ma se vi state preparando ad una gara probabilmente avete bisogno di un prodotto più verticale.

Precisa invece la rilevazione: abbiamo testato l’orologio nel corso di una giornata con un FitBit Charge 2 visualizzando uno scarto di dati praticamente nullo, tanto che al raggiungimento dei 10.000 passi quotidiani i due device hanno suonato quasi assieme.

Conclusione

TOMTOM Runner 3 è modello molto buono se lo sport fa parte della vostra vita ma non è la vostra vita: si lascia portare in modo molto comodo tutta la giornata, rilevando ogni dato della vostra attività, dentro e fuori dalle sessioni sportive (manca però una attenzione particolare per il sonno).

L’utilizzo della App è intuitivo e completo, e con essa anche la parte web: magari opterete per un modello analogico la sera in discoteca, ma per il resto Runner 3 è l’ideale tanto in ufficio quanto in palestra o in strada (o in piscina, dato che è impermeabile).

Il prezzo di 249,00 Euro per il modello TOMTOM RUNNER 3 Cardio + Music (con rilevazione del battito cardiaco e memoria per la musica, in offerta su Amazon.it) non è neppure tanto importante considerando i modelli in commercio (e le funzioni integrate) ma se non avete le velleità del battito cardiaco o dello spazio per la musica potete optare per uno dei modelli inferiori, che partono da 129 Euro (in offerta su Amazon.it): qui la lista completa della serie con tutte le caratteristiche e prezzi ufficiali.

Design:
3 out of 5 stars (3,0 / 5)
Facilità-d’uso:
3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)
Prestazioni:
4 out of 5 stars (4,0 / 5)
Qualità/Prezzo:
4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)
Average:
3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)

 

Pro:

  • Indipendente, anche per la musica
  • Comodo e polivalente, anche per tutti i giorni
  • Bella la parte software

 

Contro:

  • Il look è un po’ troppo sobrio
  • Il connettore per la ricarica è un po’ complesso