fbpx
Home Macity Curiosità Tranquilli, Windows XP gestisce gli arsenali nucleari

Tranquilli, Windows XP gestisce gli arsenali nucleari

I principali arsenali nucleari esistenti al mondo sono gestiti con tecnologia informatica che risale ad alcuni decenni fa. In pratica le armi più potenti e distruttive costruite dall’uomo sono controllate da varianti di Windows XP e computer su cui ancora funzionano in alcuni casi floppy disk, inclusi i modelli più grandi da 8 pollici, sconosciuti anche per gli utenti che da giovani hanno assistito alla nascita dell’informatica.

La preoccupazione principale emersa negli Stati Uniti ma anche in Regno Unito è che i sistemi di controllo possano essere attaccati da pirati informatici, considerando che qualsiasi tipo di supporto e aggiornamento di sicurezza è stato ufficialmente interrotto da Microsoft nel 2014.

Windows XP eseguito in una macchina virtuale su OS X
Windows 7 eseguito in una macchina virtuale su OS X

Sia il Ministro della Difesa UK che un portavoce delle forze armate USA si sono affrettati a dichiarare che i sistemi installati continuano a essere “Sicuri e protetti”, come riporta Quartz, respingendo le critiche e soprattutto le preoccupazioni per possibili rischi di infiltrazione e attacco informatico.

Considerando che gran parte dell’arsenale nucleare di USA e Regno Unito è stato costruito negli anni ’60 e ’70 non sorprende che i sistemi ancora in funzione risalgano a un passato ormai lontano dal punto di vista informatico. Un istituto indipendente ha stimato che il rinnovo completo costerebbe agli Stati Uniti circa 352 miliardi di dollari: considerata la somma in questione l’opzione più a buon mercato è l’aggiornamento e la manutenzione. La Marina USA sembra versi 9 milioni di dollari all’anno a Microsoft per mantenere in funzione e aggiornato Windows XP. In questa ottica anche il termine del supporto ufficiale rappresenta un business.

Offerte Speciali

MacBook Air 2019 vs MacBook Air 2020, specifiche a confronto

Minimo storico per MacBook Air M1 256 GB: 1037,00 €

Il portatile più ricercato della nuova ondata di Mac in offerta con uno sconto al 10% su Amazon. Tanta velocità per il nuovo MacBook Air M1
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,831FansMi piace
93,204FollowerSegui