fbpx
Home Macity Internet Twitter contro Trump, account sospeso definitivamente: ma non finirà qui

Twitter contro Trump, account sospeso definitivamente: ma non finirà qui

Twitter ha sospeso l’account di Donald Trump a tempo indeterminato. Una decisione – spiega la società tramite un post sul blog ufficiale – presa per evitare che, con i suoi tweet, il presidente americano uscente inciti ulteriormente alla violenza. Per capire cosa sta succedendo bisogna fare un passo indietro e fermarsi a mercoledì 6 gennaio, quando centinaia di sostenitori di Trump hanno attaccato la sede del Congresso a Wasthington, scontrandosi con la polizia ed occupando l’edificio arrivando armati fino alle aule dove si erano riuniti i parlamentari per ratificare la vittoria di Biden.

Chi ha seguito la vicenda attraverso i media tradizionali sa già cosa è successo: i parlamentari sono stati evacuati, la seduta è stata sospesa per più di tre ore per permettere alle forze dell’ordine di allontanare i rivoltosi e uno di loro, una donna, è morta a seguito dello scoppio di un’arma da fuoco all’interno del Campidoglio. In tutto questo marasma Donald Trump, che non ha mai veramente accettato la sconfitta delle elezioni, non solo continua a trovare strade che tentino di ribaltare l’esito del voto, ma è stato l’artefice di questa manifestazione ed ha utilizzato il suo account di Twitter per incitare i suoi sostenitori poco prima dell’attacco di mercoledì.

twitter contro trump sospeso account @realDonaldTrump

Twitter è arrivata alla decisione di togliergli definitivamente dalle mani la possibilità di scrivere sul social network dopo una lunga serie di “seconde possibilità” che si rincorrono da anni. Fino a che Trump era ancora il presidente degli Stati Uniti ci sono stati soltanto dei richiami ufficiali senza però mai arrivare alla sospensione perché – spiegò Twitter all’epoca – si trattava pur sempre di un leader mondiale e i suoi discorsi, anche se infrangevano le regole, erano comunque di interesse pubblico.

Dal momento che Trump ha perso la presidenza, questa esclusività è venuta meno mercoledì e si è trasformata in una prima sospensione per violazione del regolamento della piattaforma durata poche ore. L’account infatti, dopo l’avviso, è stato ripristinato fino a quando un paio di tweet pubblicati in seguito – che potete leggere nell’immagine allegata in questo articolo – hanno superato ogni limite. Twitter ha spiegato punto per punto il ragionamento che c’è dietro questa sospensione definitiva nel post pubblicato sul blog, offrendo uno sguardo raro e totalmente trasparente su come i social network decidono cosa può essere pubblicato. L’azienda ha spiegato che quei due tweet non sono stati presi in considerazione soltanto per quel che riportano ma sono stati anche contestualizzati in merito ai recenti comportamenti di Trump e agli eventi di questa settimana. Il succo è che dentro c’è tutto quel che serve per incitare ad altre azioni violente come quelle che ci sono state il 6 gennaio 2021 «Riteniamo che [i due tweet] siano stati recepiti proprio in questo modo».

twitter contro trump sospeso account @realDonaldTrump

Tutto questo però non fermerà Donald Trump. Essendo ancora il presidente degli Stati Uniti (il passaggio di testimone sarà ufficializzato il 20 gennaio) può ancora accedere all’account governativo @POTUS (acronimo di President of the United States) che, seppur goda di una frazione dei follower che aveva sul suo account personale, ha funzionato da megafono offrendogli la possibilità di avere l’ultima parola in merito alla questione, anche perché a differenza degli account personali – spiega Twitter – quelli governativi, come @POTUS e @WhiteHouse, non possono essere sospesi in modo permanente, anche se ciò non toglie che vengano presi provvedimenti per limitarne l’utilizzo. Ad ogni modo i tweet lanciati da Trump tramite questo canale sono stati rimossi da Twitter in pochi minuti, sufficienti però per permettere alle persone di scattare un’istantanea di quanto scritto le lasciare così che circolassero comunque in rete.

Attraverso questi messaggi Trump ha accusato i dipendenti di Twitter di cospirare con i suoi avversari politici. «Come dico da molto tempo, Twitter è andato sempre più in là nel vietare la libertà di parola e stasera i dipendenti dell’azienda si sono coordinati con i Democratici e con la Sinistra Radicale per rimuovere il mio account dalla loro piattaforma, mettendo a tacere me e i 75 milioni di grandi patrioti che hanno votato per me». Nel suo sproloquio Trump ha anche spiegato che sta valutando se spostarsi su un’altra piattaforma o avviarne una propria «Stiamo negoziando con altri siti e presto avremo un grande annuncio ad fare, ma stiamo anche valutando se costruire una piattaforma tutta nostra».

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

MacBook Pro M1 prima volta in sconto su Amazon: solo 1599 euro per la versione 512GB

Su Amazon per la prima volta va in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 110 euro sul listino
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,985FansMi piace
93,611FollowerSegui