Apple I del 1977 rivive e sfrutta iPad come lettore di musicassette

Un raro Apple I guasto è stato ripristinato da un ex program manager di Microsoft. Ora il primo computer di Cupertino rivive e funziona sfruttando un iPad alla stregua di un vecchio lettore di musicassette per caricare file e programmi

Apple I

Jimmy Grewal è un ex Program Manger di Microsoft (tra i progetti cui ha lavorato, c’è il vecchio Internet Explorer per Mac) con la passione per i vecchi computer Apple. Recentemente ha recuperato uno dei rari Apple I ancora in circolazione (sono circa 200 quelli prodotti nel 1977 che si trovano in giro per il mondo), ripristinandolo.

 

Dopo pulizie e test vari, spiega 9to5Mac, è riuscito a far tornare in vita l’Apple I che ha recuperato, nonostante componenti corrosi e residui di schiuma antistatica. Dopo un bel po’ di lavoro la macchina è tornata in vita. Il software viene caricato sfruttando un iPad che funge da lettore di musicassette. All’epoca come memoria di massa erano usate cassette magnetiche, ossia le comuni musicassette audio su cui dati e programmi erano registrati codificandoli su frequenze di alcuni kHz.

Apple I
Verso la fine del filmato che alleghiamo in questo articolo, vediamo Grewal caricare un programma di ASCII Art (un mezzo artistico che consiste nel ricreare immagini sfruttando esclusivamente caratteri ASCII) che riproduce la faccia di Steve Wozniak. Il sistema funziona a dovere e Grewal ora sta cercando un luogo (es. un museo) dove lasciare in modo permanente l’Apple I ripristinato.

Per conoscere in dettaglio la stroria del primo computer di Apple, vi rimandiamo a questo nostro articolo.