Video su Apple News, Apple paga gli editori per avere l’esclusiva

Apple News in competizione con Facebook, Google, YouTube e Twitter, punta a offrire contenuti video esclusivi. In USA Cupertino ha siglato un accordo in esclusiva per il lancio di una mini serie ed è stato un successo

Apple sta prendendo accordi con gli editori che pubblicano notizie e contenuti su Apple News per ottenere l’esclusiva sulla distribuzione di video sulla propria piattaforma. Una competizione nei confronti delle agenzie di distribuzione delle notizie su Facebook, Google e Twitter cominciata il mese scorso con la disponibilità in esclusiva in USA dei primi tre episodi della docu-serie “Future History: 1968” su Apple News, giunta poi su Facebook, YouTube, Twitter e sull’app BuzzFeed soltanto una settimana dopo il lancio.

Stando a quanto dichiara Roxanne Emadi, Head of Audience Development di BuzzFeed, Apple avrebbe pagato l’editore per i diritti in esclusiva temporanea sui primi tre episodi della serie: Cupertino e BuzzFeed si sarebbero accordati anche per la ripartizione di una percentuale dei ricavi generati dalle visualizzazioni «Stiamo concentrando l’attenzione sulla creazione di esperienze video uniche e stiamo cercando partner che ci diano supporto. E’ qualcosa di molto diverso rispetto a ciò a cui siamo abituati (vedi social video e news feed)».

L’operazione a cui hanno dato vita Apple e BuzzFeed è una esclusiva che ha ad ogni modo dato i suoi frutti: secondo quanto dichiarato da Emadi, nella prima settimana di disponibilità su Apple News, i tre episodi hanno raccolto “diverse centinaia di migliaia” di visualizzazioni. Dalla distribuzione seguente su YouTube, Facebook Watch e Twitter, avvenuta il 28 aprile, gli stessi tre filmati hanno raccolto intorno alle 110.000 visualizzazioni combinate tra i tre canali.

apple paga gli editori per apple news, alcune schermate e icona dell'app Apple News

Questi tre episodi raccontano i principali eventi accaduti nel ‘68, tra cui l’assassinio di Martin Luther King Jr. e la corsa allo spazio, in chiave però moderna. Per esempio, le conversazioni tra King e sua moglie vengono mostrate visivamente come messaggi di testo; inoltre, gli episodi sono formattati in modalità verticale per meglio adattarsi ai display degli smartphone senza doverli orientare in orizzontale. Tra le altre cose il filmato più breve dura intorno agli 8 minuti, in pieno rispetto così dei tempi di una vita sempre più frenetica.

Dopo Apple Music, insomma, è arrivato il momento di Apple News. In base a quanto trapelato lo scorso mese sappiamo che Apple starebbe vagliando l’idea di implementare un piano di abbonamento per il servizio entro il prossimo anno: probabilmente l’esclusiva su specifici video e una maggiore offerta di contenuti curati faranno parte del pacchetto.