Visto al CES 2012: Cube è la prima stampante 3D personale dal prezzo accessibile

Le stampanti 3D cominciano a diventare abbordabili. Partendo da file prodotti con applicativi di CAD 3D è possibile stampare in casa piccoli oggetti e prototipi. Speciali resine multicolore consentono di creare creazioni dalle tinte variabili.

Cube è un’interessante stampante 3D mostrata al Consumer Electronics Show di Las Vegas. Questo tipo di stampanti non sono nuove ma ciò che rende speciale questo prodotto è il prezzo: 1299$, un costo che potrebbe rivoluzionare il mercato dei prodotti 3D. Con questo dispositivo è possibile creare in casa prototipi di plastica partendo da file realizzati in applicazioni di CAD 3D, possibilità finora riservata ad aziende con alti budget a disposizione o possibile solo spedendo i file a service di terze parti.

Le “ricariche” (50$) consistono in una speciale resina (disponibile in vari colori) con la quale è possibile stampare fino a quindici oggetti di piccole dimensioni. Le dimensioni della stampante, sono: 140 x 140 x 140 mm; per il funzionamento serve una porta USB e la connessione WiFi.

Il produttore ha creato anche un sito e un’applicazione per smartphone, tablet e computer che consente di progettare oggetti 3D con interfaccia di facile uso. In maniera simile a quanto si può fare con Sculpteo, è possibile farsi stampare e spedire a casa gli oggetti, oppure inviare le proprie creazioni e guadagnare con un sistema di royalties. Gli sviluppatori mettono a disposizione una vasta libreria di oggetti 3D già pronti da stampare.

[A cura di Mauro Notarianni]