9 modi diversi di usare la lampada da tavolo Dodocool

Una piccola lampada led che si ricarica via USB ma che ha tante potenzialità grazie al fattore di forma e al supporto che funziona sia con magneti che con velcro. Ecco come usarla in casa e in ufficio.

Posizionarla sul computer per avere la tastiera illuminata

L

La forma della lampada da tavolo Dodocool è assolutamente strana ma è la caratteristica aggiuntiva che la rende versatile: un lungo cilindro color alluminio che ha alla base il ricettacolo per la ricarica USB (con un bianco cavo e un connettore coassiale) e dall’altra un pulsante sensibile al tocco che permette di regolare l’intensità luminosa.

Lampada da tavolo dodocool

La lampada da 5W, è caratterizzata da una struttura in alluminio e 20 LED con intensità regolabile a diversi livelli, compresa una modalità per una luce soffusa a risparmio energetico. Incorpora una batteria da 1.100 mAh ricaricabile che, con una carica completa, assicura fino a 4 ore di luce continua al massimo dell’intensità, oppure ben 174 ore di illuminazione con la luminosità al minimo.

L’uso principale è ovviamente quello di luce di cortesia: la mettete sul vostro comodino e collocate il telefono nel supporto metallico color alluminio, collegate i due ad un alimentatore USB con doppia uscita e il gioco è fatto.

Ma il piccolo cilindro ha anche altri campi di utilizzazione: dalla camera può passare alla cucina, allo studio, al guardaroba e pure nell’area che dedicate al fai da te: ovunque occorre una illuminazione concentrata o diffusa, mobile o fissa.

Nella nostra galleria vi mostriamo alcune installazioni “volanti”.

La lampada Dodocool costa 18,99 euro ma per un breve tempo, usando il codice 2MACITY1 la pagate solo 13,99 euro.