fbpx
Home Macity Internet Adobe Reader è il software più attaccato dai pirati informatici

Adobe Reader è il software più attaccato dai pirati informatici

Il 61% di tutti gli attacchi mirati eseguiti tramite Internet in questi prime due mesi del 2010 colpisce Adobe Reader. Il record negativo del software Adobe è stato annunciato dagli esperti di sicurezza F-Secure che rilevano come la stragrande maggioranza di questi attacchi al reader dei PDF sfrutta una vulnerabilità  che Adobe ha già  risolto circa un mese fa. F-Secure e anche Adobe invitano così gli utenti dei software Adobe ad aggiornare le versioni installate sui propri sistemi.

Mentre cresce la percentuale di attacchi che colpiscono Adobe, F-Secure rileva anche una diminuzione degli attacchi eseguiti su vulnerabilità  Microsoft. Nel 2008 gli attacchi eseguiti su Word, Excel e PowerPoint contavano per il 71% di tutti gli attacchi mirati: questa percentuale è scesa al 51% nel corso del 2009. Ora F-Secure dichiara che nei primi mesi del 2010 i tre strumenti di produttività  di Microsoft contano per il 39% degli attacchi.

Adobe non è rimasta sorpresa dal record di attacchi subito dal proprio Reader: “Considerando l’ubiquità  e la natura cross platform di molti dei nostri prodotti” ha dichiarato Wiebke Lips portavoce di Adobe “è naturale che Adobe abbia attratto e continuerà  ad attrarre l’interesse crescente degli hackers”. Per gli utenti di tutte le piattaforme è consigliabile procedere con l’aggiornamento di Adobe Reader o con il download dell’ultima versione disponibile a partire da questo collegamento.

Offerte Speciali

Airpods Pro al minimo prezzo storico: sconto da 45 euro

Verso il Cyber Monday: tornano gli Airpods Pro a 199,99 €, AirPods 2 a 125,89 euro

Su Amazon gli Airpods Pro scendono di prezzo. Le comprate a prezzo scontato e spedizione immediata a 199,99 euro invece che 279 euro anche grazie ad uno sconto nel carrello.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,964FansMi piace
93,791FollowerSegui