A marzo Apple inizierà a versare 13 miliardi di euro richiesti dall’Unione Europea

apple europa irlanda

Entro marzo verrà nominato il gestore del fondo fiduciario che gestirà i 13 miliardi di euro che Apple deve versare all’Irlanda su ordine della Commissione Europea per tasse arretrate. Cupertino verserà la somma con pagamenti tra marzo e settembre

[banner]…[/banner]

Con una decisione che è già storica, la Commissione europea ha ordinato all’Irlanda di raccogliere 13 miliardi di euro da Apple in tasse arretrate: ora si apprende che Cupertino verserà l’ingente somma con pagamenti che saranno effettuati a partire da marzo e fino a settembre di quest’anno.


L’annuncio arriva direttamente da Derek Moran, segretario generale del dipartimento delle finanze dell’Irlanda da cui si apprende che il gestore del conto fiduciario sarà nominato a marzo. «L’identificazione dell’agente fiduciario / depositario entro la fine di marzo 2018 consentirà quindi un pagamento nel conto del fondo di deposito a garanzia, con pagamenti continui nel corso di aprile, maggio e giugno e fino alla fine di settembre 2018» come riporta l’emittente irlandese RTE.

Il conto di deposito a garanzia sul quale saranno conservati i 13 miliardi di euro versati da Apple all’Irlanda, deve essere mantenuto fino a quando la procedura legale sarà completata, operazione che sia Apple che l’Irlanda prevedono possa durare anche diversi anni. L’ingente somma di 13 miliardi di euro rappresenta un rimborso richiesto dalla Commissione europea per tasse arretrate: per l’Ue infatti Apple avrebbe goduto di aiuti di stato illegali siglando accordi con l’Irlanda per ottenere un regime fiscale agevolato in cambio della creazione di posti di lavoro.