Nuovo Adobe Sign elimina la carta con documenti 100% digitali su qualsiasi dispositivo

Ora Adobe Sign è integrato con Adobe Marketing Cloud: la carta scompare da qualsiasi documento, per la gestione 100% digitale. Integrazione tra Acrobat, Box e OneDrive, nuovo datacenter Adobe in Europa

adobe logo icona 799

Non ci sono più scuse: la carta può essere completamente eliminata grazie alla gestione dei documenti 100% digitale possibile con i nuovi strumenti annunciati oggi da Adobe. È possibile grazie alla prima integrazione tra Adobe Sign e Adobe Marketing Cloud: la soluzione in precedenza nota come Document Cloud eSign per la firma elettronica e digitale, è stata completamente rinnovata, per essere più veloce, efficace e semplice da usare indipendentemente dal computer o dispositivo mobile impiegato dall’utente. Sempre oggi Adobe annuncia nuove collaborazioni con Box e Microsoft One Drive, oltre al nuovo datacenter europeo che risponde alle normative europee sulla privacy e la conservazione dei dati, più severe e stringenti rispetto alle leggi USA.

adobe sign 1200
Grazie all’integrazione tra Adobe Sign e Adobe Marketing Cloud qualsiasi documento, da una lettera legale, al form da compilare per richiedere una nuova carta di credito, passando per questionari medici e documenti legali di qualsiasi tipo, possono essere creati, firmati, inviati, tracciati e revisionati senza mai passare sulla carta. I vantaggi sono molteplici: oltre alla ovvia riduzione degli sprechi di carta, società ed enti governativi possono sfruttare l’integrazione tra Adobe Sign e Adobe Markting Cloud per offrire una esperienza migliore e completamente digitale a utenti e clienti, per offrire migliori esperienze di utilizzo in grado di fare la differenza sul mercato.

“Ogni società e organizzazione dovrebbe essere focalizzata nel fornire la migliore esperienza cliente possibile, e la migliore esperienza non include la carta” dichiara Bryan Lamkin, vice president e general manager divisione Digital Media di Adobe. “Oggi rafforziamo ulteriormente il valore che Adobe Document Cloud e Adobe Sign portano ai nostri clienti globali come l’unica soluzione completa che trasforma le transazioni cartacee in flussi di lavoro 100 per cento digitali”.

adobe sign 1200 2
Le novità di Adobe Sign
Il fulcro delle novità Adobe di oggi ruotano intorno alle funzioni di Adobe Sign, completamente rinnovata a circa un anno di distanza dall’introduzione dello scorso anno. Ogni fase del processo è stata migliorata e semplificata: dalla ricerca del modulo già pronto più indicato da usare, al suo invio e compilazione, passando per la firma digitale, invio, tracciamento modifiche e dello status della pratica in tempo reale. Ora grazie all’integrazione con gli strumenti Adobe Marketing, le società possono migliorare continuamente l’esperienza degli utenti usando Adobe Target, analizzarne le prestazioni con Adobe Analytics, quindi non solo migliorando ogni passaggio della gestione dei documenti, ma creando esperienze d’uso in grado di fare la differenza per gli utenti. In pratica con le soluzioni Adobe, quello che solitamente è visto come un punto debole o un onere in termini di tempo per utenti e clienti (la gestione cartacea di documenti e moduli), viene trasformato in un punto di forza su cui le aziende possono contare per espandere utenti e mercato.

Tutte le novità saranno utilizzabili già a maggio grazie alla nuova app mobile Adobe Sign per iOS e Android (prima Adobe eSign Manager DC) con interfaccia e strumenti migliorati per l’impiego rapido e facile da qualsiasi smartphone e tablet.

Adobe dichiara che la propria piattaforma Document Cloud gestisce oltre 6 miliardi di firme elettroniche ogni anno: una buona percentuale di questa mole di documenti è generata in Europa, dove Adobe annuncia l’attivazione di un nuovo data center con funzionalità incentrate sugli standard della tecnologia e sul rispetto delle normative europee per sicurezza, privacy e conservazione dei dati. In questo modo società e organizzazioni europee possono passare alla gestione completamente digitale dei documenti già in regola con le leggi per la firma elettronica eIDAS che entreranno in vigore a luglio quest’anno.

Infine, grazie alla collaborazione tra Adobe, Box e Microsoft OneDrive risulta ancora più facile e veloce gestire documenti indipendentemente che siano conservati sul cloud Adobe su quello di Box o OneDrive, da qualsiasi dispositivo impiegato. Gli utenti di Box hanno a disposizione tutti gli strumenti Acrobat DC, Acrobat Reader e Adobe Sign per creare e modificare PDF senza doverli prima scaricare, direttamente sul cloud, con la certezza di disporre sempre dell’ultima versione online. I file memorizzati su Box possono essere firmati con Adobe Sign migliorando la gestione del flusso di lavoro e documenti per privati e società. Grazie all’integrazione di Microsoft OneDrive, Acrobat DC e Acrobat Reader da oggi è possibile accedere e lavorare sui file PDF senza scaricarli, direttamente dalle app Adobe, questo da computer, smartphone e tablet. Le novità Adobe annunciate oggi saranno disponibili a partire da maggio: per ulteriori informazioni e prezzi è possibile partire da questa pagina del sito Adobe.

adobe sign 1200 3