Home Hi-Tech Android World Aiino PowerBank: in prova le batterie coloratissime e a prova di spruzzi

Aiino PowerBank: in prova le batterie coloratissime e a prova di spruzzi

E’ difficile per un produttore di accessori per smartphone distinguersi dalla marea di dispositivi per la ricarica che hanno invaso il mercato e che è possibile trovare ovunque, persino dal vucumprà che si aggira tra gli ombrelloni con merce elettronica di qualsiasi tipo e livello di sicurezza.

E’ proprio per chi usa lo smartphone al mare o comunque in mobilità ed ha già pensato a proteggerlo con una custodia waterproof che Aiino ha pensato di introdurre i suoi PowerBank che hanno diverse interessanti particolarità: una gamma di colori molto estesa che segue i dettami della moda e si adatta a qualsiasi mise o custodia che avete già per il vostro telefono, la resistenza agli schizzi d’acqua, una buona resistenza alle caduta e la disponibilità di una carica già al momento dell’acquisto.

La confezione
I PowerBank di Aiino arrivano in un classico blister di discrete dimensioni che mette in evidenza il colore di ogni singolo modello: si va dai sobri bianco e nero a colorazioni più vivaci e fluo. Il caricatore è circondato graficamente dalle caratteristiche di punta del prodotto mentre le indicazioni più specifiche si trovano sul retro che fa trasparire il cavetto per la carica  con i classici USB standard e Micro-USB: da qui scopriamo che il caricatore è conforme allo standard IP54 ed è in grado di resistere a polvere e spruzzi d’acqua. Il cavetto di ricarica non è lunghissimo sopratutto se si desidera usarlo “in reverse” con i telefoni che hanno una presa micro-USB.

Il caricatore vero e proprio è un parallelepipedo con la superficie laterale dotata di piccoli rilievi che possono aiutare ad evitare le cadute accidentali per cui comunque la plastica morbida con cui è realizzato offre una buona protezione.

Il Powerbank estratto dalla confezione
Il Powerbank estratto dalla confezione

La protezione ulteriore è per la base superiore del parallelepipedo che ospita sia la micro-USB che il cavo USB adatto ad alimentare il nostro telefono. Ovviamente per chi ha un telefono Android il cavo in dotazione può funzionare nei due sensi. L’indicatore singolo di carica a led è posizionato tra le due prese.
Il lembo in gomma morbida può sollevarsi e riposizionarsi per evitare sabbia, polvere, e acqua ma ovviamente non è in grado di resistere ad una immersione senza qualche rischio di infiltrazione esterna: la certificazione IP54 vi garantisce dagli spruzzi ma non pensate di avere a disposizione un caricatore subacqueo.

Alla prova
Il primo test che abbiamo effettuato è stato verificare una delle promesse di Aiino: il PowerBank viene venduto come già carico e con un potenza di 2600 MhA. Con i nostri apparecchi di test abbiamo rilevato che sia la riserva di energia già presente corrispondesse ai dati di targa che sono indicati con più precisione sul fondo del caricatore stesso: 5V di tensione ed 1A di amperaggio, in grado cioè di caricare la totalità dei modelli di smartphone e phablet in commercio. I dati rilevati corrispondevano con un voltaggio leggermente inferiore ma ampiamente nei limiti della tolleranza dello strumento.
Con 2600 MhA a disposizione la promessa di ricaricare di 1.5 volte il vostro telefono può essere mantenuta ovviamente solo con i modelli meno avidi di corrente di Apple e tra questi annoveriamo iPhone 5, 5S, 5C che hanno assorbimenti non superiori ai 1560 MhA mentre iPhone 6 si ricaricherà di un fattore 1.4 e iPhone Plus non arriverà ad un ricarica completa.

Una volta esaurita la carica iniziale si collega Aiino Powerbank ad una presa USB e il led posto sulla sommità comincia a lampeggiare fino alla carica completa. Il led si accende ovviamente quando la corrente transita verso il telefono offrendo un buon riscontro del suo funzionamento anche in condizioni di forte illuminazione esterna. Il contrappasso è che la luce può rappresentare un disturbo quando si vuol mantenere un minimo di discrezione in un ambiente poco illuminato come un teatro o un cinema ma in quel caso sarà sufficiente tenerlo in tasca.
In ogni caso anche il controllo strumentale sui dati di targa in fase di ricarica ha confermato le indicazioni di Aiino e l’ininfluenza del cavo sul passaggio di corrente: è infatti da notare che i caricatori più economici reperibili magari in spiaggia hanno molte volte in dotazione cavi di pessima fattura e scarsa affidabiltà che rappresentano un vero e proprio collo di bottiglia per il corretto funzionamento in carica e ricarica.

Quello che giova a favore del PowerBank è comunque la compattezza e la possibilità di utilizzarlo anche nelle situazioni meteo più sfavorevoli e sulla spiaggia. Se lo abbinate poi ad sistema di protezione impermeabile di buone dimensioni come quello di Aiino che proveremo nei prossimi giorni potrete addirittura tenere caricatore e smartphone dentro la stessa sede.

Conclusioni
Il Powerbank splash proof  di Aiino ha una gamma di colori per tutti i gusti e un confezionamento affidabile. Ricarica già pronta per gli utilizzi di emergenza al primo acquisto. Prezzo nella media dei prodotti analoghi di marca disponibili su canali retail.

Pro
Compatto e a prova di spiaggia o trekking, Buona densità di ricarica disponibile. Specifiche di targa rispettate.

Contro
Cavo di ricarica corto per un doppio uso con smartphone dotato di presa micro-USB.

Prezzo al Pubblico: Aino PowerBank Splash Proof è reperibile presso i grandi retail e gli Apple Premium Reseller a 24,99 Euro Iva compresa

Offerte Speciali

Amazon fa il miracolo: AirPods Pro pronta spedizione e in sconto

Airpods Pro prezzo top: solo 189,99 €

Su Amazon gli Airpods Pro tornano ad un ottimo prezzo: solo 189,99 euro
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,958FollowerSegui