fbpx
Home iPadia iPad Accessori Anker PowerPort, ricaricate 10 dispositivi USB in una volta

Anker PowerPort, ricaricate 10 dispositivi USB in una volta

Quando si hanno tanti dispositivi mobile da ricaricare, può diventare un problema dare energia a tutti se non si vogliono occupare prese multiple e spargerli per tutta la casa. Una soluzione intelligente sta senz’altro nell’optare per uno di quegli alimentatori con più prese USB, da quattro, cinque, e ora anche dieci porte, come l’Anker PowerPort 10 che la nostra redazione ha avuto modo di toccare con mano negli ultimi giorni.

Questo accessrio colpisce senz’altro per il numero di porte USB, ben 10, utilizzabili quindi per ricaricare fino a 10 dispositivi contemporaneamente tra smartphone, tablet, batterie d’emergenza, torce, mouse, cuffie e così via. L’alimentatore è solido e ben costruito, piccolo e ragionevolmente leggero al punto da essere anche preso in considerazione come dispositivo da viaggio. La cassa non è lucida, come si potrebbe invece pensare sfogliando le immagini promozionali sulla scheda di vendita, bensì ha una copertura gommata piacevole al tatto.

Nonostante non sia grande e pensante al punto da renderlo improponibile come accessorio da valigia, Anker l’ha studiato come accessorio da scrivania. Per questo se vorremo tenerlo fisso su una qualsiasi superficie ci si può affidare all’adesivo incluso nella confezione che lo mantiene ben saldo facilitando così l’inserimento e l’estrazione dei vari cavi di ricarica. Nella scatola ci sono anche due anelli in velcro che permettono mantenere in ordine il cavo.

Anker PowerPort 10

E’ interessante notare, sul retro, la presenza di un interruttore ON/OFF che per l’appunto permette di accendere o spegnere l’alimentatore: si tratta di una scelta intelligente che permette di lasciare la spina inserita senza far scaldare inutilmente tutto l’accessorio quando non viene utilizzato. Per quanto riguarda la potenza, ciascuna uscita può erogare fino ad un massimo di 2.4 A, quindi è potenzialmente in grado di ricaricare senza problemi anche i tablet più esigenti. Ogni uscita USB è uguale all’altra, non ci sono differenze nella piedinatura delle prese: è quindi in grado di distinguere il prodotto collegato per ricaricarlo alla massima potenza, in pratica non si corre il rischio di avere una ricarica lenta collegando uno smartphone Android piuttosto che un iPad (ad esempio).

Complessivamente è in grado di erogare massimo 12 A, ciò significa che occupando tutte e 10 le prese, ciascuna presa riesce ad offrire poco più di 1 A, più che sufficiente per ricaricare quindi 10 telefoni contemporaneamente, ma non abbastanza invece nel caso si decidesse di utilizzare tutte le uscite per ricaricare ben 10 tablet insieme (in media un tablet richiede 2 A). Risulta essere quindi ottimo per chi ha numerose batterie d’emergenza, smartphone e dispositivi che non hanno grandi richieste di potenza: per fare qualche esempio pratico, si potrebbero ricaricare tranquillamente 3 tablet, 4 smartphone e due batterie con il solo alimentatore di Anker ed occupando una sola spina, un bel vantaggio se si pensa che utilizzando i singoli alimentatori si occuperebbero ben 9 prese di corrente, senza contare lo spazio che ciascuno di essi occuperebbe in valigia nel caso si decide di portare tutto in vacanza.

Tecnologicamente siamo di fronte ad una variante della versione con 6 USB che abbiamo già avuto modo di provare in passato: entrambi sono da 60W, ma con questo particolare alimentatore l’azienda vuole certamente offrire una soluzione solida ed affidabile per chi punta più sul numero di dispositivi da ricaricare, piuttosto che sulla potenza effettiva per ciascuno. Lo conferma anche il prezzo di vendita, 30 euro su Amazon, lo stesso identico prezzo della versione più piccola con 6 USB. Acquistandolo in questi giorni è però più conveniente visto che, grazie al codice TWHEXP9V, il prezzo scende a 23,99 euro, un costo modestissimo se si considera il numero di porte e la qualità del dispositivo.

Offerte Speciali