Brevetti: Apple cambia le registrazioni per depistare concorrenti e blogger

Più difficile individuare nuovi brevetti registrati da Apple: la Casa della Mela cambia strategia e, anziché usare il suo nome, sfrutta quello di inventori e progettisti. Nuova tattica per complicare la vita ai concorrenti ma anche a blogger e giornalisti

Cupertino cambia tattica per la registrazione dei brevetti e, anziché usare il suo nome, sfrutta quello di inventori e progettisti che lavorano per lei. Ne parla Patently Apple spiegando come la nuova strategia renderà più complicato per i concorrenti individuare le richieste di registrazione e comprendere su cosa Apple stia lavorando.

Apple registra settimanalmente decine di brevetti in tutto il mondo ma il Patent Office statunitense in particolare è costantemente scrutinato da blogger e concorrenti per comprendere future funzionalità, nuovi dispositivi in arrivo, innovazioni in aree chiave che potrebbero essere copiate o replicate in modo diverso.

FI Claims, un’azienda di ricerca che redige annualmente una lista dei brevetti rilasciati, ha posizionato Apple al 13esimo posto all’interno del suo report del 2013 che ha tenuto conto dei 1.775 brevetti ottenuti dall’azienda lo scorso anno, confermandosi come una delle aziende più innovative a livello mondiale. Apple è stata quattro volte vincitrice della classifica a cura di Thomson Reuters delle 100 Aziende più innovative del mondo ed è stata nominata dal MIT Technology Review come una delle 50 aziende più dirompenti del 2013.

Tra i brevetti recentemente registrati, alcuni riguardano il LiquidMetal, la copertura in zaffiro, i display OLED, l’audio 3D e molto altro ancora; ogni settimana Cupertino registra un numero impressionante di brevetti, alcuni dei quali riservati a futuri dispositivi non necessariamente da associare a tecnologie riguardanti futuri Mac o dispositivi iOS.

Un brevetto che riguarda il LiquidMetal
Un brevetto che riguarda il LiquidMetal