fbpx
Home Macity Apple Outdoor, Auto, Moto e GPS Apple conferma: userà i droni per migliorare Mappe tutelando la privacy

Apple conferma: userà i droni per migliorare Mappe tutelando la privacy

Apple userà i droni per migliorare Mappe, anche in scenari e impieghi oltre i limiti attuali delle norme sul traffico aereo USA, ma gestirà operazioni e dati seguendo la sua tradizionale filosofia di massima protezione dei dati e della privacy delle persone. Nelle scorse ore è emersa la richiesta di Apple per poter partecipare a programmi pilota di test di droni, un bando del Dipartimento dei Trasporti USA che permette alle società selezionate di effettuare test anche in scenari e condizioni normalmente proibiti dalle norme stabilite dall’aviazione civile per quanto riguarda i velivoli senza pilota, quindi i droni.

Le dichiarazioni di Cupertino arrivano in contemporanea con l’annuncio delle società selezionate dal Dipartimento dei Trasporti USA per poter procedere ai test pilota con droni, in cui rientra anche Apple. Portavoce della multinazionale hanno dichiarato che Apple intende impiegare il test pilota dei droni per migliorare Mappe tramite l’uso di immagini aeree.

droni per migliorare mappe, foto drone in voloLo stato della Carolina del Nord precisa che la sperimentazione di Apple inizierà sul proprio territorio, da cui si deduce che se l’operazione avrà esito positivo in futuro Apple potrebbe estenderla in altri stati USA e probabilmente anche in altre nazioni. Anche in questa occasione Cupertino sottolinea la sua priorità nel tutelare dati e privacy, così come precisa un portavoce della multinazionale riportato da Reuters «Apple si impegna a proteggere la privacy delle persone, compresa l’elaborazione di questi dati per sfocare volti e targhe prima della pubblicazione»

La conferma di Apple arriva così a poche ore di distanza dalle prime ipotesi sull’uso di droni per migliorare Mappe. Il nome di Apple infatti è apparso nell’elenco delle richieste del bando insieme a quello di Intel, Microsoft, Qualcomm e quello di altri colossi della tecnologia, start-up e altre società tutte interessate nella sperimentazione dei droni per vari scopi.

Il Dipartimento dei Trasporti USA ha rilasciato i permessi a Cupertino, Intel, Airbus, Uber, FedEx, Microsoft, alla startup Flitery per le consegne a domicilio, rimangono a sorpresa invece escluse Amazon e anche DJI uno dei più noti costruttori di droni, anche se quest’ultima è partner tecnologico di diversi altre società che invece hanno avuto l’autorizzazione a procedere con i test. È comunque possibile che l’elenco venga ampliato in futuro includendo anche società per il momento escluse.

Offerte Speciali

Apple Watch 5 GPS+Cellular, sconto su Amazon

Su Amazon Apple Watch 5 con rete cellulare è in sconto. La versione alluminio rosa a quasi 45 euro in meno del prezzo di mercato
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,432FansMi piace
95,288FollowerSegui