Apple progetta il Netflix dei videogiochi in abbonamento

Non solo Apple Music, iCloud, un atteso servizio di TV in streaming, notizie e riviste: Cupertino sta sondando il terreno anche per realizzare il Netflix dei giochi in abbonamento

Apple progetta il Netflix dei videogiochi in abbonamento

Per continuare a crescere nonostante le vendite iPhone in flessione, Apple sta valutando di creare un Netflix dei giochi, un nuovo servizio in abbonamento che permetterebbe agli utenti di pagare una somma fissa al mese per avere a disposizione pacchetti contenenti diversi titoli. Un’altra mossa che potrebbe contribuire a far crescere il settore servizi di Cupertino.

Il progetto sembra sia ancora nelle sue prime fasi, per questa ragione non è ancora dato sapere se il Netflix dei giochi marchiato Mela morsicata sarà completato e proposto agli utenti o se invece il piano verrà scartato. Per la stessa ragione non trapelano ancora i possibili dettagli relativi al prezzo mensile, oppure per quanto riguarda i potenziali titoli inclusi nei pacchetti.
Apple ha eliminato 700 app dall’App Store cineseL’esistenza di un progetto di Cupertino per una sorta di Netflix per videogiochi trapela dalle discussione avvenute tra dirigenti Apple e alcuni sviluppatori di videogames, incontri confermati da almeno 5 fonti diverse riportate da Cheddar a partire da circa la metà del 2018.

Non è chiaro quali titoli Cupertino potrebbe includere nel servizio in abbonamento ma, tenendo presente che la maggior parte dei giochi su App Store sono freemium con acquisti opzionali in-app, come Fortnite o Clash of Clans, è possibile che Apple possa prendere in considerazione un numero minore di titoli ancora proposti a prezzo fisso interamente acquistabili con una sola transazione, come per esempio Monumentate Valley, Alto’s Odyssey e così via.
I migliori accessori per Apple TV e Apple TV 4KInteressante rilevare che nelle discussioni intercorse con gli sviluppatori, Apple si proporrebbe con il ruolo di publisher, quindi facendosi carico e occupandosi di servizi quali marketing, distribuzione e altro ancora, ma non è chiaro se questo implica anche una maggiore quota dei ricavi spettanti ad Apple in aggiunta al tradizionale 30% richiesto agli sviluppatori che propongono le loro app e giochi su App Store. Cupertino potrebbe proporre un servizio simile anche in vista del lancio di un nuovo iPod touch di 7ª generazione come dispositivo entry level per poter accedere all’infinito catalogo di giochi disponibile per iOS.

Da mesi circolano dettagli su numerosi progetti di Cupertino nel mondo del cinema e delle serie TV per un atteso servizio TV in streaming che potrebbe già arrivare entro quest’anno. Nelle scorse ore sono emerse le prime tracce di un altro possibile servizio in abbonamento alla Netflix per notizie, giornali e riviste. Secondo alcuni Apple potrebbe proporre tutti questi servizi unificati in un unico pacchetto di abbonamento.