Apple sta sviluppando in Canada un suo sistema operativo per auto

In un sobborgo di Ottawa, ingegneri Apple stanno sviluppando un sistema operativo per auto. Una mossa inconsueta ma che ha permesso di reclutare vari ingegneri con esperienza in QNX, molto utilizzato in ambiente automobilistico per i sistemi telematici.

Decine di ingegneri Apple si stanno occupando in Canada dello sviluppo di un sistema operativo per auto, una mossa inconsueta per la Casa della Mela che normalmente preferisce occuparsi a Cupertino di progetti di sviluppo e ricerca. Lo riferisce Bloomberg spiegando che molti degli ingegneri in questione sono stati assunti nell’ultimo anno e una ventina di questi proviene da QNX, azienda di BlackBerry che ha creato un sistema operativo pensato per mercato dei sistemi embedded e adatto al mercato automobilistico.

Apple ha un ufficio nel sobborgo di Kanata a Ottawa, a circa cinque minuti da QNX. La Casa di Cupertino ha mirato ai dipendenti QNX per la loro esperienza nello sviluppo di componenti fondamentali di un sistema operativo e funzionalità di risparmio energetico. Tra le persone assunte, c’è anche Dan Dodge, ex amministratore di QNX. Arrivato in Apple per unirsi al cosiddetto “Project Titan”, Dodge avrebbe un ruolo rilevante di supervisione del progetto sistema operativo per auto, dividendo il suo tempo tra Canada e California. Altro importante personaggio coinvolto nel progetto è Derrick Keefe, che ha lasciato QNX lo scorso anno dopo essere stato impiegato per oltre un decennio come ingegnere senior.

Il sistema operativo per auto è il nucleo della futura piattaforma Apple Car, analogamente a iOS che è il cuore che alimenta l’iPhone. Un team di sviluppo separato sta sviluppando il software che si occuperà di funzionalità di guida autonoma e che girerà sul sistema operativo in questione.

Il software per la guida autonoma è solo una delle caratteristiche che Apple prevede per il suo sistema operativo per auto. Tra le idee di Apple, heads-up display (visori a sovrimpressione) che mostrano mappe e altre app con le quali interagire a voce usando Siri.

Il destino di queste funzionalità dipenderà dalla direzione strategica globale del Project Titan. Bob Mansfield, chiamato ad aprile di quest’anno a occuparsi del progetto, avrebbe indicato agli ingegneri il termine del prossimo autunno per dimostrare la fattibilità delle tecnologie di guida autonoma prima di decidere i prossimi passi.

Altri team del Project Titan si occupano di piattaforme per la simulazione della guida. Apple avrebbe sviluppato simulatori che sfruttano la Realtà Virtuale per testare i software di guida autonoma senza bisogno di usare auto su strade pubbliche. Di questo team fa parte Doug Bowman, esperto di realtà virtuale che è arrivato in Apple a gennaio di quest’anno.

Apple Car