Apple vende meno iPhone, ma la base di utenti cresce

Sebbene le vendite trimestrali di iPhone siano scese di 15 milioni  su base annuale, negli Stati Uniti cresce la base di utenti.

iPhone nuovi su Amazon? Ecco quelli che conviene tenere d’occhio

Un nuovo rapporto dal CIRP offre oggi una stima degli iPhone venduti da Apple nel corso del quarto 2018 comprensivo delle vacanze di natale, quindi il Q1 fiscale 2019. La notizia è curiosa: sebbene le vendite trimestrali di iPhone siano scese di 15 milioni  su base annuale, negli Stati Uniti la base installata sale a 189 milioni di dispositivi.

Apple ha annunciato lo scorso autunno che avrebbe smesso di fornire report di vendite specifiche sulle vendite dei diversi tipi di iPhone. Ed allora, i report si basano sui comunicati degli analisti: secondo il CIRP la società ha venduto 62 milioni dei suoi smartphone nel trimestre vacanza.

Facendo un confronto su base annua, si tratta di una cifra più bassa di circa 15 milioni di unità rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, quando aveva venduto circa 77,3 milioni di smartphone. Supponendo che la stima di CIRP sia accurata, le entrate iPhone segnalate per Apple sono di circa 52 miliardi di dollari.

Apple vende meno iPhone, ma la base di utenti cresce

Sebbene le vendite siano diminuite, curioso notare come secondo il rapporto la base di utenti installata in USA sia cresciuta di 4 milioni, raggiungendo quota 189 milioni si installazioni, rispetto ai 185 milioni di fine settembre 2018.

Alla data del 30 Dicembre 2018, la base installata è cresciuta del 2% rispetto al settembre 2018 trimestre e del 14% rispetto al trimestre dicembre 2018. Un anno fa, la base installata di iPhone negli Stati Uniti era cresciuto del 5% rispetto al trimestre precedente e del 19% rispetto all’anno precedente.

Mentre le vendite di iPhone sono state piuttosto deludenti per il quarto di vacanze, l’azienda ha evidenziato come a crescere fortemente siano stati i diversi servizi offerti,  che hanno visto un’impennata del 19% su base annua, per un nuovo record di 10.9 miliardi di reddito.