fbpx
Home Macity Software / Mac App Store BBEdit, lo storico editor di testo compie venti anni

BBEdit, lo storico editor di testo compie venti anni

Tra i tanti ventennali festeggiati in questo periodo, c’è da ricordare anche quello di BBEdit, storica e tra le più venerate applicazioni per l’editing di testo per Mac. L’applicazione fu annunciata da Rich Siegel (a tutt’oggi lead developer del prodotto) il 12 aprile del 1992 sul gruppo Usenet comp.sys.mac.announce vantando il supporto per tutti i Macintosh con System 6.0 o seguenti e la possibilità di sfruttare caratteristiche intrinseche del System 7 (annunciato da Apple poco meno di un anno prima).

Il programma era già all’epoca molto veloce, utilizzava (incredibile a dirlo ora) solo 256K di memoria RAM e superava la limitazione dei 32KB di testo editabile imposta da altri software (un problema che ora appare ridicolo, ma che all’epoca rappresentava un bel grattacapo per gli sviluppatori). Tra le peculiarità del programma il supporto sin dalla prima versione di funzioni avanzate per Trova & Sostituisci, in grado di cercare nell’intero documento e sostituire più corrispondenze contemporaneamente (un gran passo avanti per chi ha passato la vita a pane e Grep, utility per sistemi Unix e Unix-like specifica per questo compito).

Nonostante sin dall’inizio BBedit fosse pensato come un tool per programmatori, si è mostrato nel corso degli anni flessibile al punto che tanti lo usano e lo apprezzano anche oggi non solo per l’editing di testo in vari linguaggi di programmazione ma anche come editor di testo puro e semplice. È programma solido come una roccia, stabile, pulito e snello che dovrebbe essere preso come esempio da software house blasonate che vendono editor specifici per la videoscrittura che si chiudono improvvisamente ogni due per tre.

Con il passare degli anni, BBEdit è diventata un’applicazione commerciale (una licenza singola è venduta nel momento in cui scriviamo a 39,39 euro) con ricche funzionalità molto apprezzate da chi lavora quotidianamente con il testo. È possibile creare flussi di lavoro automatizzati, sfruttare funzionalità di conversione, ordinamento, ricerca e sostituzione, gestire con tranquillità file di testo di grandi dimensioni, automatizzare procedure ripetitive senza bisogno di programmare. I più esperti apprezzano le funzioni integrate per la revisione del codice, la possibilità di sfruttare funzioni avanzate per lo scripting Unix (sono supportati script shell, Perl, Python, Ruby), la gestione trasparente di file multipiattaforma (DOS/Windows, Unix e Unicode UTF-8/UTF-16), la possibilità di richiamare ricerche multiple dalla linea di comando, l’anteprima automatica dell’engine WebKit e tanto, tanto altro. Gli sviluppatori di Bare Bones Software offrono anche TextWrangler 4, versione recentemente aggiornata dell’applicazione con meno caratteristiche ma sufficientemente potente per manipolare testo, compiere ricerche complesse, modificarlo, ecc.

Offerte Speciali

Apple Watch 5 GPS+Cellular, sconto su Amazon

Su Amazon Apple Watch 5 con rete cellulare è in sconto. La versione alluminio rosa a quasi 45 euro in meno del prezzo di mercato
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,431FansMi piace
95,290FollowerSegui