fbpx
Home Hi-Tech Hardware e Periferiche Buffalo MiniStation, in prova l'€™HD con doppia interfaccia Thunderbolt e USB 3

Buffalo MiniStation, in prova l’€™HD con doppia interfaccia Thunderbolt e USB 3

Buffalo Technology è una società giapponese produttrice d’interessanti dispositivi di archiviazione, accessori per reti wireless, interfacce e altro ancora. È un’azienda che sviluppa prodotti ricercati e ad alta tecnologia, celebre per i dispositivi di archiviazione di rete ed esterni, costruiti con attenzione ai dettagli. Sul versante dispositivi di archiviazione portatili, la società produce Ministation, una famiglia di unità disco rigido compatte, ideali per utenti di notebook che necessitano risorse di archiviazione e di backup facili da trasportare e che Macitynet ha avuto occasione di testare provando il modello HD-PATU3.

Si tratta di un disco rigido portatile con doppia connessione Thunderbolt e USB 3.0 e per questo molto interessante per il mondo Apple. Alimentato tramite bus, il disco non richiede alcuna sorgente di alimentazione aggiuntiva ed è comodo da trasportare. Esternamente il corpo è sottile, costruito in alluminio con copertura smerigliata, materiale che dà al dispositivo un aspetto raffinato. Le dimensioni sono (L x A x P): 80,5 x 130 x 22,5 mm; il peso è 260 grammi. Sul lato posteriore è presente un indicatore a LED che mostra lo stato di accesso al disco.

All’apertura una piacevole sorpresa: i cavi Thunderbolt e USB 3.0 (maschio A, maschio Micro-B) sono inclusi nella confezione (altri produttori richiedono l’acquisto del cavo Thunderbolt a parte ed Apple arriva a chiedere 39 euro per un cavo di questo tipo). Che sia un prodotto destinato al Mac è chiaro anche dal fatto che per default il disco è inizializzato come HFS+ (un’unica partizione), pronto per l’uso immediato con OS X.

Connesso alla porta USB 3.0 di un iMac di penultima generazione, le prove con l’utility di benchmarking Disk Speed mostrano la possibilità di ottenere via USB 2.0 fino a 32.2MB/s di velocità in scrittura e 37.2MB/s in lettura. Collegato alla porta Thunderbolt, quest’ultima mostra i suoi muscoli fornendo effettivamente grandi vantaggi: 109.7MB/s di velocità in scrittura e fino a 110.4 MB/s in lettura, quasi tre volte le prestazioni che possiamo ottenere con le porte “legacy” USB.

Questo vantaggio, però, non viene mantenuto in condizioni differenti e oggi piuttosto comuni. Su un MacBook Air da 11” di ultima generazione con porte USB 3 siamo riusciti a ottenere prestazioni fino a 110 MB/s in scrittura e 109.5MB/s in lettura, di fatto identiche a quelli ottenibili con la porta Thunderbolt (110.4MB/s in scrittura e 109.5MB/s in lettura). L’assenza di differenze in fatto di prestazioni è determinata probabilmente da limitazioni intrinseche del disco usato internamente; si tratta infatti di un disco sostanzialmente standard, un SATA da 2,5” con 8MB di buffer da 5400 rpm (secondo alcuni siti; Buffalo non fornisce questa informazione). Con queste specifiche diventa impossibile per l’unità saturare la banda offerta dalla connettività Thunderbolt, cosa che invece sarebbe stata possibile se all’interno ci fosse stata un’unità SSD.

Conclusioni
Il Mini Station Thunderbolt di Buffalo è comodo da trasportare, mette a disposizione sia la porta USB 3.0, sia la porta Thunderbolt, è veloce e si è comportato egregiamente durante i test ai quali lo abbiamo sottoposto. È anche un prodotto ben rifinito e costruito con meticolosità. In più il produttore offre tre anni di garanzia, permettendo di rimanere relativi tranquilli in caso di problemi successivi all’acquisto.

Non possiamo però non evidenziare il limite delle prestazioni: di fatto connesso su porta USB 3.0 o su porta Thunderbolt non avremo differenze. Visto il prezzo elevato rispetto ad altri prodotti con sola USB 3.0, chi ha un computer compatibile con queste ultime porte potrebbe trovare scarsi vantaggi nell’acquisto di un disco di questo tipo. Il vantaggio c’è, ed è anche molto evidente, per chi ha porte USB 2.0 e Thundebolt: con questa seconda configurazione si avrà un disco molto più veloce con incluso un cavo Thunderbolt da 50 centimetri che sul sito Apple è venduto a 29,00 euro (quello da 0,5 metri). Se possiamo esprimere un auspicio, ci piacerebbe vedere un futuro una versione “rugged”, un fattore di forma molto richiesto dal mercato e che darebbe uno stimolo all’acquisto di una larga fascia di utenza.

Nome dispositivo: HD-PATU3 MiniStation Thunderbolt

Prodotto da: Buffalo Technology

Prezzo di listino: 186,74 euro + IVA la versione da 500GB; 229,75 euro + IVA la variante da 1TB 

Pro:
– Doppia interfaccia USB 3 e Thunderbolt
– I cavi Thunderbolt e USB 3.0 sono inclusi nella confezione.
– Non è necessaria l’alimentazione aggiuntiva
– Tre anni di garanzia

Contro:
– Costoso rispetto a prodotti non Thunderbolt
– Poca differenza di velocità tra la connessione USB 3 e Thunderbolt
– Una sola connessione Thunderbolt

 

[A cura di Mauro Notarianni]

Offerte Speciali

MacBook Air 2019 vs MacBook Air 2020, specifiche a confronto

Minimo storico per MacBook Air M1 256 GB: 1037,00 €

Il portatile più ricercato della nuova ondata di Mac in offerta con uno sconto al 10% su Amazon. Tanta velocità per il nuovo MacBook Air M1
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,831FansMi piace
93,202FollowerSegui