fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato Calo nelle vendite di Huawei, il produttore pensa a tecnologie per allevatori...

Calo nelle vendite di Huawei, il produttore pensa a tecnologie per allevatori di suini

Le sanzioni degli Stati Uniti che hanno messo all’angolo Huawei impedendo, tra le altre cose, l’accesso completo al mercato dei chip, stanno portando il produttore a valutazioni sul futuro dell’azienda che prevedono la vendita degli smartphone di fascia premium a un consorzio guidato da società di investimento sostenute dal governo di Shanghai.

Altre fonti di reddito per le sue tecnologie potrebbero arrivare da ambiti che non ci aspetta, come ad esempio, funzionalità di Intelligenza Artificiale destinate agli allevatori di suini e all’ambito dell’industria estrattiva del carbone.

L’ex Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha più volte affermato che Huawei avrebbe condiviso dati dei suoi utenti con il governo cinese, insinuazioni sempre smentite dal produttore. – I bandi americani hanno ad ogni modo costretto il produttore a limitarsi alla vendita di apparati di telecomunicazione 4G, e hanno contribuito solo nell’ultimo trimestre ad un calo del 42% nella vendita degli smartphone: numeri spaventosi per quello che era considerato fino a poco tempo addietro il secondo produttore al mondo di smartphone. Oltre che negli USA, ad Huawei è stato impedito di sviluppare e proporre tecnologie 5G in varie nazioni, compreso il Regno Unito, per timori di presunte problematiche legate alla sicurezza.

“In Cina c’è la più grande industria di allevamento di suini”, riferisce la BBC, evidenziando gli enormi allevamenti multipiano, capaci di ospitare migliaia di scrofe e prole dove sono prodotti milioni di suini l’anno. La produzione in questi stabilimenti ipertecnologici ha vari elementi in comune con la produzione degli smartphone, con i suini che devono essere costantemente controllati per rilevare eventuali segni di malattia. Il Guardian tempo addietro ha scritto che quando è necessario l’intervento umano, le persone entrano indossando tute ignifughe disinfettate e maschere per il viso, assomigliando meno a un contadino tradizionale e più agli operai che lavorano all’interno di una fabbrica di chip di silicio.

Calo nelle vendite di Huawei, il produttore pensa a tecnologie per allevatori di suini

Tecnologie per il riconoscimento dei volti sono sfruttate nell’ambito suinicolo; altre tecnologie ancora per riconoscere peso, dieta e altri elementi, monitorare gli animali in tempo reale utilizzando sensori video, rilevare temperatura e suoni, con modelli di IA che rilevano eventuali segni improvvisi di febbre o malattia o altri problemi.

Non solo Huawei: sempre il Guardian riferisce che anche Alibaba opera nel settore. Gli agricoltori esaminano i filmati ed etichettano i suini nelle immagini come malati o sani. A Guiyang, nella provincia di Guizhou, ci sono “città digitali”, dove giovani migranti rurali sono impiegati per generare dati per addestrare l’IA, selezionando immagini, taggando animali e altri oggetti, elementi tutti sfruttati nell’ambito di varie tecnologie legate all’Intelligenza Artificiale.

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

Risparmiate 230€ su MacBook Pro M1 al prezzo minimo: 1480,90 euro

Su Amazon va ancora in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 230 euro per arrivare al prezzo minimo.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,823FansMi piace
93,201FollowerSegui