Home Macity Curiosità Il cimitero delle app, vortice dei nostri desideri

Il cimitero delle app, vortice dei nostri desideri

L’idea è, di per sè, geniale. In quest’epoca ombelicale fatta di ricordi e amarcord, di rivisitazioni e di ricordi, perché non tuffarsi nella memoria del digitale che non c’è più? Ci pensa Product Graveyard, sito di reminiscenze leggere come il bit e colorate come icone un po’ fané che ieri avevano la nostra attenzione e oggi neanche più ci ricordiamo che esistono.

Ecco dunque la lunga teoria di siti e di app mai più senza, dei quali però abbiamo fatto a meno per uno o due lustri. Salvo poi, quando le si rivedono, ripiombare pavlovianamente nel bisogno e nel piacere, salivando davanti a segnali che erano sepolti nelle sinapsi e oramai avevamo obliato.

cimitero app

Ci sono Orkut, Wave, Everpics, Mailbox, Picasa, Google Reader, Windows Live Messenger. E poi Parse, Wine MegaUpload. Ce ne sono decine e decine. Sapevate che il vostro cervello poteva assorbire tutti quei marchi e quei loghi, tutti quei nomi e tutti quei posizionamenti? Pensavate di no? Credevate di non avere più memoria di cotanto cascame digitale? E invece eccolo, riemergere dal di dentro, perniciosamente annodato nel sottoscala delle vostre sinapsi.

Indelebilmente stampato, come cantavano i Supertramp un paio di decenni fa o più. Potenza dei simboli, la materia che dà forma ai sogni e ai desideri.

Offerte Speciali

Minimo prezzo per Apple Watch 5: sconti nel carrello

Black Friday: Apple Watch 5 in sconto (e secondo bracciale Apple in regalo)

Supersconto su Apple Watch 5. E in omaggio peril black friday anche un bracciale originale Apple aggiuntivo
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,954FansMi piace
93,812FollowerSegui