fbpx
Home Macity Apple History & Lifestyle Cinque anni dopo Steve Jobs, l’uomo che ha cambiato il mondo creando...

Cinque anni dopo Steve Jobs, l’uomo che ha cambiato il mondo creando la bicicletta per la mente

Voleva lasciare una “tacca nella storia”. E ci è riuscito. Passano gli anni ma non svanisce la consapevolezza che Steve Jobs sia stato qualcosa di più di un semplice imprenditore di successo. Ha cambiato il mondo, una parte significativa perlomeno. E il suo cambiamento è stabile, duraturo.

Dopo cinque anni dalla scomparsa di Jobs non è tanto o soltanto la sua Apple il motivo per cui ricordarlo. C’è di più, molto di più. L’idea di Steve Jobs, giovane dropout dall’università e in cerca di un suo ruolo e una sua dimensione esistenziale prima ancora che lavorativa e professionale, che nei computer ci fosse molto di più che non semplicemente tecnologia e lavoro per ingegneri in camice bianco o in abito nero (come i tecnici e i venditori del colosso IBM dell’epoca), è una intuizione epocale che in pochi ebbero. Jobs fu uno dei pochissimi poi a crederci profondamente e a lavorare per cambiare il mondo con quell’idea.

bicicletta per la mente Jobs con l'iPhone
È l’idea della bicicletta per la mente: Jobs citava un documentario in cui veniva analizzata l’efficienza metabolica degli animali nello spostarsi. L’animale con il minor consumo rispetto alla distanza percorsa è il condor. Quello che brucia più calorie a parità di strada percorsa è l’essere umano. “Però l’uomo – spiegava Jobs in una intervista alla televisione americana – ha creato le bicicletta. Ed è diventato più efficiente di tutti, anche del condor”. Quello che Jobs aveva intuito e capito il computer (e poi la rete) sarebbe stato, era “la bicicletta per la mente”, uno strumento per aumentare la capacità cognitiva delle persone in modo straordinario.

Non è una idea sua, ovviamente: dietro c’è quasi un secolo di riflessione sulle potenzialità dell’informatica. Ma il suo ruolo di catalizzatore è fondamentale. Steve Jobs è uno dei pochi esseri umani che si è trovato a un momento di svolta della nostra storia, come specie. C’è un prima e un dopo l’informatica personale. E c’è un prima e un dopo Steve Jobs, che non solo intuì, ma persegui coerentemente la sua idea con NeXT, e poi con Apple di nuovo, con iPod, iPhone e iPad, e tutta la visione degli strumenti “post-PC”. Gli altri sono solo guru da salotto, con le babbucce e il cappello col pon-pon.

Jobsewozicog

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,984FansMi piace
93,611FollowerSegui