Disney+ arriva negli USA a novembre al costo più basso tra tutti i servizi di streaming

Il nuovo servizio di streaming Disney+ arriva negli USA (anche sui dispositivi Apple) il 12 novembre con il prezzo più basso del settore. Sfida anche per Cupertino che in autunno proporrà la piattaforma Apple TV+

Disney+

Disney ha condiviso i primi dettagli ufficiali su Disney+, servizio per la visualizzazione di video in streaming che proporrà contenuti con un’app dedicata, sulla falsariga di offerte in streaming quali la nuova Apple TV+ in arrivo in autunno o Netflix.

Il CEO di Disney, Bob Iger, ha pubblicato su Twitter una schermata che mostra una interfaccia dark con le categorie dei vari brand del gruppo Disney, inclusi Pixar, Star Wars, Marvel e National Geographic. Da questa schermata sarà possibile guardare i programmi, film e serie desiderate, alla stregua di altri servizi dello stesso tipo. Sono previsti show e film in 4K HDR.

I contenuti Disney+ saranno disponibili tramite l’app omonima (disponibile per i vari dispositivi Apple) ma anche da browser, da smart TV, console e qualunque dispositivo che consenta in qualche modo di guardare contenuti in streaming. Sono stati già siglati accordi con Roku e Sony per una versione dell’app per PS4.

Reuters riferisce che sono supportati profili utenti personalizzati (diversi per i vari membri di una famiglia) ed è prevista la possibilità di effettuare il download dei contenuti per la visione offline.

Disney+

Con l’arrivo di Apple TV+ in autunno, piattaforma che consentirà agli utenti di accedere a film, documentari, serie e programmi originali, Apple e Disney si troveranno a competere sullo stesso terreno a colpi di proposte esclusive.

La Casa di Cupertino, da parte sua, dice che permetterà di accedere a film, documentari, serie e programmi creati dai migliori talenti del cinema e della TV e allo scopo offrirà una programmazione inedita, realizzata in collaborazione con star internazionali come Oprah Winfrey, Steven Spielberg, Jennifer Aniston, Reese Witherspoon, Octavia Spencer, J.J. Abrams, Jason Momoa, M. Night Shyamalan, Jon M. Chu e altri; Disney, da parte sua, metterà in campo la sua potenza di fuoco ed esperienza nel settore, proponendo anch’essa contenuti esclusivi. Tra le serie già annunciate, “Falcon and Winter Soldier”, basata su personaggi dell’ultimo film degli Avengers, ma anche “The Mandalorian”, diretta da Jon Favreau (Iron Man), “Loki” (un dei personaggi più amati del Marvel Cinematic Universe), una serie su “Scarlet Wicth”, la serie “Rogue One” affidata a George Lucas.

Disney prevede anche non meglio precisate offerte in bundle con sconti per chi acquista Disney+, Hulu e ESPN+ ma dettagli con i piani specifici non sono stati ancora indicati.

Il lancio di Disney+ è previsto il 12 novembre ad un prezzo che negli USA è di 6.99 $ al mese, il più basso tra tutte le proposte del genere. È prevista anche la possibilità di attivare un abbonamento annuale per 69.99$, rendendo l’offerta ancora più conveniente. Dopo gli USA il servizio verrà esteso anche in altre nazioni nel corso dei prossimi due anni.

Con Disney ed Apple a lottare sul campo dei servizi di streaming diventa problematica la presenza del CEO di Disney, Bog Iger all’interno del consiglio di amministrazione di Cupertino. Ricordiamo inoltre che Lauren Powell, moglie di Steve Jobs, da circa due anni non è più la principale azionista Disney: alla fine del 2016 dimezzò le suo quote nella società (ricavatae dalla vendita di Pixar) portandole al 4% attuale della azioni.