Facebook rimuove due applicazioni da App Store: addio a Poke e Facebook Camera

Le app Poke e Camera, diretti concorrenti rispettivamente di Snapchat ed Instagram, sono state rimosse da App Store senza alcun annuncio ufficiale da parte del social network. Che voglia dar maggior risalto alle nuove funzioni voip da poco offerte attraverso Facebook Messenger?

 Nei giorni scorsi Facebook ha rimosso silenziosamente Poke e Facebook Camera da App Store, due delle sue applicazioni presenti nel negozio virtuale di Apple da diversi anni. Entrambe furono lanciate nel 2012 con il tentativo di sbaragliare le dirette concorrenti Snapchat ed Instagram. La prima, Poke, espandeva l’unica funzionalità offerta inizialmente da Facebook (quella di mandare una sorta di richiamo, uno “hey” virtuale ad un amico) integrando la possibilità di mandare messaggi, foto e video che, come in Snapchat, si auto-distruggevano poco dopo.

Sviluppata in 12 giorni dal colosso dei social network, chiaramente non ha mai rappresentato una priorità per Facebook, ma ciò non ha impedito alla stampa di ricordarne più volte il fallimento a Zuckerberg, coinvolto nello sviluppo di parte del codice e nel suono di notifica “poke”, il quale non era altro che la sua voce modificata e registrata in passato per uno scherzo telefonico.

Anche Facebook Camera ha ricevuto lo stesso trattamento visto il mancato successo: l’app, arrivata dopo qualche mese dall’acquisizione di Instagram da parte del social network, ne riprendeva parzialmente il concetto, ovvero la condivisione immediata di fotografie con gli amici su Facebook, non prima di aver applicato un filtro artistico fra quelli a scelta.

Entrambe continuano a funzionare nei dispositivi dove sono ancora installate, ma non sono più presenti né ricercabili su App Store, neanche nella sezione acquistati (per chi le aveva scaricate in passato): la scelta di rimuoverle definitivamente mette in risalto la volontà di Facebook di dare maggior spazio alla nuova funzione offerta da poco più di un mese nell’altra applicazione, Messenger, che consente di chiamare gli amici tramite Voip.

Facebook rimuove due applicazioni