Foto per Mac, sguardo dietro le quinte della nuova app in arrivo con OS X Yosemite 10.10.3

Foto per Mac, l'applicazione ufficiale Apple dedicata a OS X sarà molto simile a quella iOS, ma beneficerà del più grande schermo dei Mac: la parola d'ordine è semplicità. Facile da usare, senza rinunciare a numerosi strumenti per l'editing.

Dopo 13 anni di onorato servizio, iPhoto sarà sostituito da Foto, la nuova applicazione progettata da Apple per OS X, in grado di portare la stessa esperienza d’uso iOS anche su desktop. L’applicazione, di cui si parla da mesi, ha fatto la sua apparizione a sorpresa nella beta OS X Yosemite 10.10.3 inviata agli sviluppatori, e a breve sarà disponibile per tutti gli utenti finali, tanto che Apple la presenta già nelle pagine web ufficiali, fornendo alcune interessanti ed inedite informazioni.

Elemento caratterizzante della nuova applicazione è l’estrema semplicità d’uso. E’ proprio sull’immediatezza che Apple ha basato ogni suo recente applicativo, e come per la controparte iOS, anche questa per OS X vanta  semplice design, facilità d’uso e ottimizzazioni per l’uso a tutto schermo. Foto per Mac non sarà un semplice rimaneggiamento di iPhoto, bensì un’applicazione progettata da zero per aiutare l’utente a gestire la propria libreria fotografica, mantenendola sempre ordinata, anche se in continua crescita. All’interno dell’app foto saranno presenti strumenti di editing potenti, ma al tempo stesso intuitivi con i quali perfezionare le immagini, pronte per essere condivise. Ovviamente, Foto per Mac si integrerà perfettamente con iCloud Photo Library, consentendo di accedere all’intera collezione sulla nuvola direttamente dal proprio Mac, oltre che dai dispositivi iOS.

foto per mac

Il nuovo design dell’applicazione Foto utilizza una visualizzazione suddivisa per Momenti, Collezioni e vista anni, già nota ai possessori di un iPhone o un iPad, e dunque i vari scatti saranno automaticamente organizzati in base alla data, ma anche alla posizione e al luogo. L’interfaccia di Foto OS X beneficerà, ovviamente, del più ampio schermo del Mac, rispetto alle controparti iOS, così da avere l’intera libreria fotografica sempre sott’occhio, Una toolbar minimalista offre comandi rapidi a portata di mano, dando accesso immediato alle foto condivise, agli album creati, e ai progetti personalizzati. Queste finestre potranno anche essere sfogliate attraverso gesti sul Magic Mouse o sul trackpad, così da avere a portata di slide ogni foto.

Per ciascuna foto, come già sopra accennato, potranno essere adoperati una serie di strumenti per l’editing, semplici e completi allo stesso tempo. Con un semplice tocco sul pulsante “Migliora”, l’immagine sarà automaticamente ottimizzata, mentre svariati cursori smart potranno essere adoperati per regolare l’illuminazione o il colore. Questi slider utilizzano algoritmi in grado di analizzare l’immagine e applicare il giusto mix di personalizzazioni. È anche possibile gestire manualmente alcuni parametri, ridurre eventuale rumore, modificare la luce, l’esposizione, le ombre, il contrasto, e altro ancora. Si potrà anche giocare con i colori, trasformando uno scatto in una foto in bianco e nero, aggiungendo un effetto vignetta con sfumatura ai bordi, decidere se aumentare la nitidezza dell’immagine. Insomma, Foto per OS X non sarà semplicemente una libreria fotografica, ma anche un pratico strumento per modificare le proprio foto. Inoltre, dopo aver effettuato una modifica, è possibile confrontare rapidamente il risultato allo scatto originale, semplicemente premendo il tasto M sulla tastiera. Non mancano i classici filtri, grazie ai quali sarà sufficiente un solo click per cambiare completamente stile alla foto; otto quelli  disponibili: Mono, Tonal, Noir, Fade, Chrome, Process, Transfer e Instant.

Schermata 2015-02-05 alle 20.08.01

Dopo aver organizzato o modificato la propria foto sarà possibile anche condividerla con gli amici, attraverso le classiche opzioni rapide. Con un solo click si potrà condividere lo scatto tramite iCloud Photo Sharing e AirDrop; si potranno ovviamente inviare foto su Facebook e Twitter, opzioni classiche già note agli utenti iOS. È inoltre possibile personalizzare il menu e condividere le immagini direttamente su altri siti compatibili, in grado di supportare le estensioni di condivisione.

Foto per OS X mantiene la possibilità di creare direttamente dall’applicativo veri e propri libri fotografici di qualità professionale con design pre-impostati, oltre a strumenti semplificati per creare album fotografici personalizzati. Sarà, ad esempio, possibile aggiungere le proprie didascalie alle foto o la location dello scatto, per non dimenticare mai il luogo in cui si è scattata una data immagine. I libri creati con Foto per OS X potranno avere diversi formati quadrati, 10 x 10 oppure 8 x 8 pollici, potendo anche decidere se finalizzarlo con una copertina rigida o una morbida.

Schermata 2015-02-05 alle 20.07.36