fbpx
Home MacProf Emulazioni, virtualizzazione, Mac e Windows Mac Pro 2018 sarà modulare, ecco come potrebbe essere

Mac Pro 2018 sarà modulare, ecco come potrebbe essere

Il Mac Pro cilindrico si è rivelato un progetto con troppi vincoli per Apple. I dirigenti Phil Schiller e Craig Federighi nel corso di una conferenza stampa che si è svolta a Cupertino hanno ammesso che la scelta di realizzare una macchina con il case cilindrico è stata una mossa che non ha portato svantaggi. “Volevamo fare qualcosa di audace e diverso, ci siamo ritrovati intrappolati all’interno di una forma circolare” ha detto Schiller.

Nell’incontro con i giornalisti, Craig Federighi, Senior Vice President Software Engineering di Apple, parlando del Mac Pro cilindrico ha spiegato: “Non siamo partiti con una sagoma e detto vediamo qual è la macchina più veloce che riusciamo a infilarci dentro”. “Siamo partiti avendo come target le performance e ideato quello che ritengo un design molto ingegnoso, il nucleo termico centralizzato e l’architettura termica per ospitare quella che ritenevano essere la corretta architettura power”. Sfortunatamente a quanto sembra la forma cilindrica si è rivelata un limite che ha impedito ad Apple (e terze parti) di aggiornare con maggiore frequenza la macchina.

Concept di Mac Pro modulare
Concept di Mac Pro modulare

Il futuro Mac Pro, promette Apple, sarà completamente diverso e “modulare“. “Vogliamo realizzarlo in modo che possiamo aggiornarlo con regolari miglioramenti”, ha aggiunto Shiller; “abbiamo chiesto al nostro team di ridisegnare qualcosa di impressionante per i professionisti che desiderano maggiore scalabilità e possibilità di aggiornamenti in futuro”.

Difficile immaginare cosa abbia in mente Apple. A un Mac Pro modulare aveva pensato qualche anno addietro il designer canadese Peter Zigich che nel 2013 aveva proposto il concept di un Mac Pro immaginato di dimensioni un po’ più grandi rispetto al Mac Mini, riccamente dotata di porte USB 3.0, porte Thunderbolt, doppia Ethernet, ingressi/uscite audio e tre slot PCI. L’autore aveva imamginato una macchina potenziabile con l’aggiunta di schede figlie ognuna delle quali ospita due processori, un sistema  sulla carta in grado di gestire quattro schede figlie e mettere a disposizione dell’utente 32 core.

Un concept del 2014 è quello di Razer con il “Project Christine”, un PC modulare, che è possibile creare montanto dei pezzi, moduli con CPU, GPU, memoria o altro che gli utenti devono agganciare a una colonna centrale con i cablaggi.

Microsoft lo scorso anno ha registrato il brevetto di un PC modulare, stile Lego, con componenti impilabili come se fossero mattoncini, un meccanismo che consentirebbe all’utente di mettere insieme un computer con i componenti che desidera e, quando vuole aggiornare il sistema, sostituire solo alcune parti, senza bisogno di comprare tutto il computer.

Project Christine
Project Christine

Offerte Speciali

Apple Watch 5 GPS+Cellular, sconto su Amazon

Su Amazon Apple Watch 5 con rete cellulare è in sconto. La versione alluminio rosa a quasi 45 euro in meno del prezzo di mercato
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,431FansMi piace
95,290FollowerSegui